Lavorare nel settore Alberghiero

Inviato da:

La crisi purtroppo ha tagliato molti posti di lavoro, però il settore del turismo e della ristorazione sono un comparto ancora  attivo nonostante la congiuntura economica non favorevole degli ultimi anni.

Le posizioni di lavoro più ricercate nel settore della Ristorazione sono sicuramente cameriere, chef de rang o restaurant manager. Nell’area dell’accoglienza e del ricevimento si ricercano spesso responsabili all’assistenza clienti, front office manager, addetti alle prenotazioni. Sono aumentate anche le opportunità di lavoro del settore crocieristico. Segnaliamo a questo proposito per chi vuole entrare a far parte dei lavoratori del turismo o della ristorazione thlcareers.com, che forte dell’esperienza pluriennale nel settore, consente di ricercare le migliori offerte di lavoro in tutta Italia:  le maggiori opportunità arrivano dalle città d’arte, offerte di lavoro a Roma, Milano o Firenze, da sempre quelle a maggiore vocazione turistico nel nostro paese.






0

Valutare un preventivo di prodotti per Alberghi -4-

Inviato da:

A volte è semplice valutare le differenze che ci possono essere fra prodotti simili, altre magari no, per questo è importate per prima cosa valutare il fornitore, se è del settore, serio, affidabile, se fa parte di un associazione di categoria, espone in fiere, ecc., in questo caso sarà da valutare con più attenzione di un altro fornitore che magari offre prodotti più economici ma ha meno referenze o  non è del settore specifico delle forniture alberghiere.
Alcuni rivenditori basano la loro offerta solo su prodotti economici, senza valutare il risultato finale del prodotto, sia in termini di durata che di utilizzo, pensando che offrire dei prodotti più economici rispetto ai prezzi di mercato porti a loro dei vantaggi, senza però valutare che offrire prodotti di qualità inferiore non paga nel tempo perchè  il cliente, se non soddisfatto del’acquisto fatto in termini di qualità, dovrà ricomprare  il prodotto che non risulta adeguato e sicuramente sceglierà un’altro fornitore.
Non dobbiamo cercare un prezzo, ma cercare un fornitore affidabile!

La valutazione di un preventivo prevede anche di prendere in esame altri parametri, i prodotti sono “identici” o solo simili?
La marca, la provenienza del prodotto, la garanzia, l’affidabilità del venditore, ecc. faranno la differenza nella decisione di acquisto.
Il preventivo ricevuto deve essere chiaro, per evitare malintesi, contenere  la foto del prodotto e relativa descrizione, costo unitario, i tempi di consegna,  i costi del trasporto, la garanzia, il metodo di pagamento. La valutazione dovrà considerare il prezzo finale nel suo complesso con le altre variabili.

Speriamo che queste riflessioni siano di aiuto per un’attenta valutazione di un preventivo.






0

Valutare un preventivo di prodotti per Alberghi -3-

Inviato da:

Vediamo altri esempi di articoli di servizio messi a disposizione dell’ospite di un Albergo.

Phon: gli asciugacapelli per Albergo devono essere prodotti professionali, avere il giusto flusso di aria calda che consente un asciugatura veloce e il minimo rumore per non disturbare gli ospiti. Non ci dobbiamo fermare alle apparenze esteriori, ma confrontare i dati tecnici, prodotti che sembrano uguali come estetica possono avere  caratteristiche  completamente differenti

Esempio di una scheda tecnica di un Phon per Hotel:

Potenza 1200W, Dimensioni mm. 100x150x220h., Potenza Motore 40 W, Resistenza 1200 W,  Tensione 230 V – 50/60 Hz., Consumo elettrico 3.5 A, Velocità uscita aria 10 m/s., Capacità d’aria 0.73 m3/min., Temperatura d’asciugatura 61 °C (rilevata in ambiente a 20 °C), Rumorosità < 60 db.

Un altro articolo interessate da valutare potrebbero essere i Bollitori.
Per questo prodotto ci sono 2 importanti valutazioni da fare, la prima è la capacità, che in genere non deve essere molto capiente, mediamente 750cl/1lt,, non superiore per un utilizzo di Albergo,in genere formati superiori sono per utilizzo casalingo inoltre per evitare di spendere di più come consumo di energia elettrica per riscaldare l’acqua.

La seconda valutazione da fare è il tipo di resistenza. Ci sono 2 modelli di resistenza una a serpentina, più economica l’altra a piastra.

Quella a serpentina, con tutta la buona volontà che ci possiamo mettere, non risulta facile da pulire e nel tempo il deposito di calcare che si forma all’interno della spirale fa diventare subito vecchio e poco igenico il bollitore e anche se il bollitore risulta perfettamente funzionate e nuovo all’esterno saremo costretti a ricomprarlo.






0

Valutare un preventivo di prodotti per Alberghi -2-

Inviato da:

Facciamo degli esempi per valutare che acquisto avremo fatto:

Reggi valigia: se si devono acquistare dei reggi valigia per la camera, da mettere a disposizione degli ospiti, sia perchè fanno parte dei requisiti di alcune categorie di Alberghi oppure solo per offrire un servizio in più, abbiamo due possibilità, acquistare il prodotto che costa meno oppure oltre al prezzo valutare, la grandezza dei reggi valigia, pensando che molti clienti viaggiano con grandi valigie, cosa succede se appoggiamo una valigia grande in un reggi valigia piccolo?
E’ semplice cade, rovesciando sul pavimento i vestiti del cliente, che sicuramente non sarà soddisfatto dell’accaduto. Ecco che un servizio offerto per un maggior confort del cliente si può tramutare in un disservizio magari con tanto di nota in un social network.

Un’altra valutazione è lo spessore o il diametro della struttura del reggi valigia, per lo stesso motivo di prima, acquistare un reggi valigia “debole” che non può sopportare il peso dei valigioni costringe prima o poi a doverli ricomprare e quindi chi meno spende più spende, o almeno chi non valuta le caratteristiche ma solo il prezzo si può trovare in questa situazione.






0

Valutare un preventivo di prodotti per Alberghi -1-

Inviato da:

E’ importante valutare bene un preventivo per non acquistare un prodotto che poi non risponde alle reali esigenze o aspettative considerando sempre valida la regola che a volte chi meno spende più spende.

Acquistare un prodotto che ha meno spessore, meno peso, più piccolo, meno capiente, costruito per un utilizzo non professionale, può sicuramente costare meno, ma è adatto ad un utilizzo fatto dai clienti ospiti dell’albergo magari poco accorti?

Si pulisce bene? E’ sufficientemente robusto? E’ pratico e funzionale?
Insomma le domande da farsi sono tante e quindi non è possibile concentrarsi solo sul prezzo. Magari il prezzo può essere anche più conveniente apparentemente, senza appunto approfondire le qualità del prodotto e pensando all’utilizzo che ne dobbiamo fare.

Non sempre è conveniente l’approccio: “Acquisto il prodotto più economico che ho trovato, tanto dopo un pò  si rompe e lo devo ricomprare” oppure “Lo acquisto perchè lo devo obbligatoriamente avere nelle camere  ma tanto poi nessuno lo utilizza”.

Vedi ad esempio come per acquistare un frigobar sia necessario valutare attentamente tante sfumature, come del resto è importate da chi si acquista un prodotto, valuta il fornitore.

Questa citazione può essere d’aiuto per comprendere meglio l’approccio giusto da intraprendere:

E’ insensato pagare troppo, ma è insensato pagare troppo poco. Quando paghi troppo perdi un po’ di denaro, e questo è tutto.
Quando paghi troppo poco, talora perdi tutto, perché la cosa che hai comprato era incapace di fare la funzione per la quale è stata comprata.
    Il principio dell’equilibrio nel commercio impedisce di pagare troppo poco ed ottenere molto. Non può essere fatto. Se tratti per l’oggetto più economico con l’offerente più economico, è bene aggiungere qualcosa per il rischio che corri.
E se lo fai, avrai abbastanza per pagare per qualcosa di meglio.”

John Ruskin (1819-1900)






0

Fornitori per Alberghi Affidabili

Inviato da:

 Un aspetto a volte molto sottovalutato da parte degli acquirenti è l’affidabilità del fornitore.

In molte gare pubbliche o private questa aspetto invece è importantissimo e al di la del prezzo può fare vincere un’azienda anziché un’altra.
In particolar modo in questo periodo dove purtroppo la crisi economica costringe molte aziende a chiudere.

Un’azienda per essere affidabile deve avere la capacità tecnico economica, cioè oltre ad avere un esperienza specifica del settore di riferimento per poter consigliare e proporre gli articoli giusti al cliente deve avere  la capacità economica per far fronte all’ordine, cioè non dover ritardare la consegna per mancanza di fondi per la costruzione, l’importazione, l’acquisto dei prodotti ordinati dal cliente.

Non basta solo paragonare il prezzo dei prodotti di offerte e preventivi differenti e valutare se sono uguali o simili ma anche da chi si sta acquistando un prodotto.

  • Il fornitore è affidabile?
  •  Da quanto opera nel settore?
  •  Fa parte di un’associazione di categoria?
  • Opera sul tutto il territorio nazionale?
  • Capitale sociale?
  • Ha convenzioni con Gruppi e/o Asscociazioni
  • Ecc.

Anche per il settore  Alberghiero non deve essere preso alla leggera per più motivi:

* Molti articoli acquistati sono a diretto contatto con l’ospite

* Garanzia nel tempo, cioè anche dopo che è scaduta al garanzia dovremo avere la possibilità di ritrovare lo stesso prodotto per mantenere un’omogeneità

* Rispetto dei termini di consegna (arrivano gli ospiti e non abbiamo il prodotto ordinato)

Quindi la valutazione dovrà essere più complessiva, tenendo presente anche da chi compriamo.






0

Mele e opportunità!

Inviato da:

Cosa c’entrano le mele con le opportunità?
Quando in Trentino in una notte è stato distrutto tutto il lavoro degli agricoltori del Consorzio Melinda se lo sono chiesto, come fare a non gettare via tutto il raccolto solo perchè le mele avevano qualche difetto esteriore?  Grazie ad una trovata geniale del’agenzia Cernuto, Pizzigoni & Partners che ha inventato Melasì, il secondo marchio del consorzio, e ha preso come testimonial la figura di Marilyn Monroe in quanto pur bellissima, la celebre attrice Americana aveva un piccolo “difetto”, un piccolo neo sul viso, come le mele Melasì, buonissime, solo con qualche piccolo “neo” sulla buccia causato dalla grandine. Queste mele sono state vendute a minor prezzo e in un momento di attenzione di consumatori ai prezzi è stato un successo.
Questo per dire che anche un problema si può trasformare in un’opportunità se abbiamo lo stato d’animo per vedere il problema sotto una luce diversa.
Hanno aperto un nuovo Albergo acconto al tuo? Non riesci a salire nella prime pagine sui portali di prenotazione?
Hanno cambiato la viabilità nella tua zona? C’è crisi? Bene, cioè male, però a questo punto non si può stare sull’albero a cantare.
Il problema va affrontato e risolto e grazie all’ingegno, fantasia, estro che noi Italiani abbiamo sicuramente potremo trovare una soluzione che può trasformare il problema in opportunità. Offerte, pubblicità in canali alternativi, cooperazione con altre strutture, convenzioni ecc. ci dobbiamo ricordare che ad ogni problema c’è una soluzione o almeno una soluzione meno “dolorosa” del non far niente.






0

Se devi fare una cosa falla bene!

Inviato da:

Viaggio spesso per lavoro, sia per partecipare a fiere del settore Alberghiero e di Ristorazione, sia come visitatore o come espositore, o per affiancare i nostri agenti in trattative particolarmente importanti e per fortuna viaggio anche per divertimento.
Ho quindi modo di soggiornare in molti Alberghi da Nord a Sud e forse per deformazione professionale noto dei particolari che magari ad altri ospiti forse passano inosservati, però penso che l’immagine di questa foto renda a tutti un senso di disordine e di non armonioso. Una camera d’albergo dovrebbe offrire l’esatto contrario: precisione e armonia.

Non credo che sia solo questione di “vil denaro”, perchè pratici ed eleganti portadepliant o portamessaggi, hanno ormai dei costi di pochi euro e danno la possibilità di mettere ben in vista le comunicazioni, sia obbligatorie che informative, in modo semplice ed economico.
Se vuoi comunicare con i tuoi clienti, nella hall, nei corridoi, nell’ascensore o nella camera utilizza, cornici porta messaggi o portadepliant che possono essere da terra, da parete o da banco.






0

[ B2C ] Opportunità di business in tempo di crisi ?

Inviato da:

Inizio con quella che ti può sembrare una provocazione. In tempo di crisi è possibile fare affari. Anzi, da un certo punto di vista la crisi offre una marcia in più a situazioni che altrimenti non troverebbero sfogo. Ho scritto a riguardo in Business al servizio delle Imprese. Un articolo con cui ho presentato la visione di Impresa Hotel portando come esempio concreto la mia esperienza, maturata nel Novembre 2009 quando la crisi immobiliare americana aveva obbligato le banche europee a ridurre le possibilità di finanziamento alle attività commerciali. Le aziende senza disponibilità di accesso a fidi o finanziamenti vanno incontro a grosse difficoltà e la prima reazione è quella di limitare i costi e provare a aumentare i profitti. Oggi voglio partire da questa considerazione, riprendendo due passaggi.

Sappiamo tutti che le aziende vogliono spendere meno e sappiamo anche che un mercato in difficoltà stimola due possibilità: 1) la corsa all’aumento dei prezzi per rientrare delle perdite di portfolio 2) la ricerca di un prodotto a basso costo per ammortizzare le perdite di portfolio.

Siamo nel 2011 e la crisi è tornata. Riguarda tutti e non ci aiuta la situazione della politica italiana. Il principio però è lo stesso. La crisi può essere una nuova opportunità per ripartire perché le aziende si trovano davanti alle due possibilità scritte prima.

Prima di proseguire però voglio specificare una cosa. Non voglio usare questo blog per fare dei monologhi.  Tu che leggi lo devi intendere come una opportunità di confronto per cui commenta, proponi argomenti, condividi i tuoi pensieri e anche i tuoi dubbi. Impresa Hotel è appena nato e la direttrice la costruiremo insieme, un giorno alla volta.

Lavorare in tempo di crisi non è semplice per nessuno. Le formule magiche le lascio ai maghi e alla fantasia che sono cose a cui non credo e che mi lasciano tra il perplesso e l’amareggiato. Penso che perdere tempo e denaro per seguire la magia del facile guadagno è ancora un modo di fare affari che piace raccontare e che trova ancora una platea. Quando sai che gli affari vanno male e che la colpa non è tua cerchi un modo veloce di rientrare delle perdite. Allora cercalo davvero però.

Il turismo ha subito due colpi duri quando si stava riprendendo: 1) la tassa di soggiorno. 2)  la crisi che è anche politica. Alla fine dell’estate Ferrero organizza la solita chiusura di stagione per i suoi ex dipendenti comprensiva di soggiorno e pernottamento a prezzi convenzionati e fuori mercato anche per la fine dell’estate. Lo può fare perché è Ferrero. Cosa può fare un albergatore di un hotel che non è convenzionato con grandi aziende ? Quello che facciamo anche noi: adattarci alle richieste di mercato e non cercare di alzare i margini di profitto al prezzo della qualità dell’offerta.
Proviamo a intermediare. La crisi porta con se situazioni note come l’aumento dei prezzi e una diminuzione delle prenotazioni. Aumentano le richieste dei last minute e dei bed & breakfast. Perché ? Chi viaggia per lavoro subisce la crisi più di altri.  Se sei un albergatore rispondi a questa due domande: puoi o potresti rispondere alle sue necessità ? Perché non puoi ?

A presto,

Stefano Mandò
A.D. FAS ITALIA S.r.l.
www.fas-italia.it






0
Pagina 5 del 5 12345