Come insonorizzare le camere dell’hotel con un tocco di stile

Inviato da:

Quando le persone decidono di trascorrere una vacanza oppure si trovano a dover soggiornare in hotel per viaggi di lavoro o altri impegni, il primo aspetto cui danno notevole importanza è il comfort della struttura, della camera, seguito dal servizio, dalla pulizia, dagli accessori e dalla gentilezza dello staff.
Per decidere se un hotel è accogliente o meno e lasciare, quindi, un parere positivo oppure negativo sui numerosi siti di recensioni online quali TripAdvisor o Booking, gli ospiti considerano anche il grado di rumorosità dell’ambiente.
Gli ospiti hanno il diritto di riposare in una camera confortevole e silenziosa, senza essere disturbati o svegliati in piena notte da rumori molesti proveniente dalla camera adiacente, dal chiacchiericcio, dalla televisione a tutto volume, dalla doccia o da un phon acceso.

Nell’era dei social network e delle recensioni online le persone ormai condividono prontamente l’esperienza vissuta durante il soggiorno nelle strutture ricettive e le statistiche affermano che una delle lamentele più ricorrenti, nonché causa di recensioni negative, riguarda proprio l’eccessiva rumorosità degli ambienti.
Il rumore risulta quindi uno dei principali motivi di insoddisfazione dei clienti che non esitano a condividere la loro frustrazione sui portali di recensioni descrivendo come, ad esempio, vengano svegliati alle 7 del mattino dal vicino di camera che telefona a voce alta impedendo loro di riprendere il sonno.
Tenendo conto sia del diritto degli ospiti a riposare bene sia del passaparola positivo oppure negativo, diventa fondamentale per gli albergatori predisporre al meglio la propria struttura ricettiva anche dal punto di vista dell’isolamento acustico.

Pareti insonorizzate: la risposta innovativa e di design ai problemi di rumorosità negli hotel
Una soluzione pratica, funzionale e perfetta anche per dare un tocco di colore e stile ai locali, è data dalle carte da parati insonorizzanti Wallpaper® Acoustic, un innovativo prodotto fonoassorbente e fonoisolante ideato per migliorare il benessere acustico degli ambienti abbattendo il rumore del 25%.

Le carte da parati insonorizzanti, facili e veloci da installare con soltanto 3 millimetri di spessore, rappresentano il sistema ideale per ridurre sensibilmente i rumori provenienti da e verso l’esterno differenziando in modo sorprendente il suono dal rumore.
Ma non soltanto. Le carte sono anche esteticamente piacevoli e uniscono il comfort acustico alla bellezza del design e dell’arredamento.
A questo proposito, sono disponibili in un’ampia gamma di texture moderne, classiche, a fantasia per venire incontro a tutte le tipologie di ambiente, dal più tradizionale a quello più ricercato.
Un complemento d’arredo che permette di riqualificare le stanze dell’hotel rendendole insonorizzate e piacevoli da vivere e osservare.
Inoltre, le carte da parati Wallpaper® posso essere installate con facilità anche in zone umide o sensibili all’usura e alle abrasioni, come box doccia, vasche da bagno, cucina, SPA e ambienti outdoor.

Non dimentichiamo, poi, che le carte insonorizzanti possono arredare qualsiasi spazio con una qualità di stampa in altissima risoluzione, con supporti ecologici e sicuri.
Tra gli ambienti che possono beneficiare di questo innovativo prodotto ci sono anche la sala colazione e ristorante: gli ospiti potranno gustare in tutta tranquillità i pasti all’interno di un locale accogliente e libero dal riverbero del suono tipico dei luoghi affollati.

Abbattere il rumore tra i piani con i pavimenti insonorizzati
Se l’hotel ha problemi di rumorosità anche tra i piani, il rumore dei trolley nei corridoi o dei tacchi nelle stanze superiori potrebbe rivelarsi spiacevole e fastidioso per gli ospiti. Anche in questo caso gli innovativi sistemi insonorizzanti possono essere la soluzione ottimale. I pavimenti in LVT (Luxury Vinyl Tile), appartenenti alla tipologia di pavimenti in PVC, offrono numerosi vantaggi rispetto alle pavimentazioni tradizionali. Facili da posare e silenziosi da installare, questi pavimenti sono insonorizzati, altamente decorativi, con elevata durata e performance continue nel corso del tempo. Hanno la capacità di abbattere il rumore tra il pavimento e la stanza sottostante fino a 18 decibel.
Il pavimento LVT è disponibile in commercio sottoforma di mattonella rettangolare o quadrata e può essere facilmente sovrapposto alla pavimentazione preesistente grazie al sistema flottante oppure può essere incollato, anche su superfici discontinue.

Carte da parati insonorizzanti e pavimenti LVT rappresentano quindi la soluzione ideale per rinnovare e rendere altamente confortevoli gli ambienti delle strutture ricettive a tutto vantaggio degli ospiti e degli albergatori stessi.






0

Doccia Emozionale

Inviato da:

La camera d’albergo più confortevole può risultare priva di appeal se il bagno al suo interno è poco accogliente e con dotazioni di basso livello, antiquate o non perfettamente funzionanti. Tra i fattori che entrano in gioco nel giudizio dell’ospitalità c’è sicuramente il bagno della camera.

Quante sensazioni possono farsi largo, dopo aver ammirato una camera ricca di comodità e ben organizzata, all’accorgersi di un bagno non all’altezza delle proprie aspettative? Sicuramente, nell’ospite cala la percezione di comfort dell’ambiente e l’esperienza ricettiva viene percepita come incompleta.

Quindi all’allestimento del bagno in camera va dedicata la stessa cura e attenzione che generalmente si pone per tutti gli altri aspetti della stanza. L’arredo, pertanto, deve essere scelto con cura prediligendo soluzioni e materiali che risultino non solo esteticamente vincenti, ma anche funzionali. Tutto questo perché il bagno in camera deve essere ben fruibile da parte dell’ospite e allo stesso tempo facilmente gestibile per gli addetti alla manutenzione e alla pulizia.

Bisogna tener presente che la doccia dovrebbe rappresentare un ulteriore momento esperienziale e wow nel soggiorno dell’ospite, per aiutarlo a rilassarsi, magari dopo una giornata passata fuori per tour di piacere o di incontri d’affari.
Possiamo quindi affermare che se nella camera il re incontrastato è il letto, nel bagno non può mancare una doccia funzionale, facilmente accessibile e dotata di qualche “effetto speciale”. Il piatto doccia deve risultare accogliente, per cui se da un lato le soluzioni devono essere proporzionate rispetto alla stanza, dall’altro canto gli spazi devono essere gestiti consapevolmente per permettere all’ospite di muoversi senza rischi.

Se un po’ di tempo fa bastava inserire un soffione doccia di diametro importante oggi non è più così. Il settore dell’arredo bagno al giorno d’oggi, infatti, propone soluzioni adatte a tutte le tasche e in questo modo che oggi in tutte le case sono comparse colonne doccia con diverse dotazioni: dalla radio incorporata alle funzioni di idromassaggio.
Proprio tenendo in considerazione le mutazioni e le evoluzioni di questo settore, non possiamo esimerci dal far trovare in camera una doccia che sia moderna e soprattutto che abbia le giuste dotazioni per soddisfare il cliente.
Tra le funzioni che non possono mancare ci sono quelle che permettono al soffione di personalizzare il flusso e la velocità dell’acqua. Il soffione doccia con effetto pioggia ed effetto cascata rappresenta sicuramente un plus. Bisogna considerare, infatti, che attraverso queste due funzioni è possibile offrire ai clienti tutti i benefici di una doccia sensoriale.
Il getto con effetto pioggia è più lieve e gentile ed è adatto per chi ha un po’ di tempo da dedicare al relax in doccia. Il getto con effetto a cascata è più impetuoso, ma allo stesso tempo è in grado di assicurare piacevoli sensazioni di rilassamento della muscolatura e una condizione di benessere generale. Si possono anche alternare i getti per vivere un’esperienza che ricorda quella della doccia sensoriale.

Tutto questo deve essere accompagnato da una dotazione di prodotti cortesia debitamente studiata e contestualizzata nel tipo di ospitalità e di suggestione che si vuole offrire ai propri ospiti. L’importante è scegliere prodotti di qualità, con profumazioni delicate e soprattutto i prodotti cosmetici devono essere tollerati anche dalle pelli più sensibili. Le etichette devono essere leggibili, così da dare la possibilità all’ospite di valutare la presenza di potenziali allergeni.
Una linea cortesia scelta utilizzando come parametri la qualità e la tollerabilità del prodotto contribuisce a fare in modo che un’ottima sensazione di benessere della doccia non si trasformi in un giudizio negativo.
Abbiamo visto come sia importante curare il bagno e adeguare le proposte di linea cortesia in base alla propria offerta. Investire sul comfort, infatti, non può esimersi dal tenere debitamente in conto ogni aspetto della camera dell’albergo tra cui, per l’appunto, il bagno che deve assomigliare sempre di più a una piccola spa che a un bagno domestico.






0

Coperture per il buffet: soluzioni igieniche e salvaspazio

Inviato da:

L’allestimento di un buffet in albergo richiede il rispetto di alcune norme fondamentali, queste ultime nate appositamente per tutelare la salute dei consumatori e impedire la contaminazione dei cibi e favorire la perfetta conservazione delle preparazioni durante il loro servizio.

Garantire l’igiene a tavola è quindi un dovere imprescindibile, sia che si organizzi i propri buffet all’aperto che in una sala apposita. I cibi non conservati opportunamente, infatti, possono deteriorarsi e possono ritenersi a rischio contaminazione.

Quali sono, quindi, le sostanze che possono compromettere la qualità del cibo? Tra le più frequenti sostanze e agenti contaminanti che possono entrare in contatto con il cibo presentato su un buffet, possiamo annoverare: polvere, saliva e altri residui di tipo organico, insetti, ma anche fogliame e resine provenienti da piante nel caso in cui il buffet sia organizzato in un’area esterna.

Da quanto detto capiamo come l’attenzione verso le norme igieniche risultino importanti per consentire ai propri ospiti di gustare un cibo salubre, ma anche di superare eventuali ispezioni da parte degli organi competenti.

Secondo la normativa vigente (H.A.C.C.P.), infatti, i cibi esposti in un buffet, se non confezionati all’origine, devono essere dotati di una copertura. Purtroppo, questo non sempre avviene negli alberghi, soprattutto per quanto riguarda l’esposizione di torte, che vengono presentate su vassoi, piatti e/o alzate, non sempre dotati dell’apposita cupola di copertura.

Tutto questo nasce, talvolta, dalla mancanza degli spazi appositi sul tavolo del buffet dove il cliente si troverebbe nel disagio di non sapere dove posizionare la cupola, una volta sollevata dal vassoio.

Come sappiamo quello dello spazio è una delle problematiche più annose con le quali si scontra un albergatore. Come risolvere, quindi, il problema di dotare i cibi delle apposite cupole di copertura senza dover modificare gli spazi dedicati all’allestimento del buffet?

In tal senso esiste una soluzione molto interessante volta a far risparmiare spazio e allo stesso tempo garantire un’esposizione igienica delle vivande presenti sul tavolo del buffet. Parliamo di una soluzione espositiva dotata di un apposito gancio per appendere la cupola durante il servizio.

Questo prodotto, di alta qualità, garantisce non solo l’esposizione e la conservazione ottimale delle specialità proposte, ma allo stesso tempo si caratterizza per la funzionalità, semplice e intuitiva, che consente agli ospiti di servirsi in maniera rapida e sicura, avendo la possibilità, con un semplice gesto, di sollevare la cupola e inserirla nell’apposito gancio, per prelevare in maniera confortevole la porzione di torta o di altre specialità esposte.

Attraverso questa soluzione sarà possibile esporre in maniera igienica diversi tipi di prodotti da forno e non solo. La cupola, essendo trasparente, consente di vedere al suo interno e può valorizzare, in senso estetico, l’esposizione delle specialità, conservandole in maniera igienica nel corso del servizio.

Per maggiori informazioni sulle cupole con gancio Fas Italia è possibile contattare l’azienda per preventivi personalizzati e ricevere ulteriori informazioni sui migliori prodotti per la sala colazione.






0

Doccia sensoriale in camera: nuova soluzione in Albergo

Inviato da:

Secondo AccorHotel è stato stimato che il 95% dei viaggiatori sceglie la meta del soggiorno leggendo le recensioni sui principali portali dedicati. La fama sui canali social non è solo questione di stelle o l’acquisizione di altri riconoscimenti, ma è importante che le recensioni positive tendano ad acquisire e a valorizzare i punti di forza e i servizi innovativi offerti dalla propria struttura ricettiva.

Proprio con i servizi innovativi gli albergatori dovranno battere la concorrenza al fine di procacciarsi una nuova clientela in target e allo stesso tempo mantenere il rapporto di fidelizzazione con i clienti affezionati.

Puntare sul lato della sorpresa e del benessere può essere una soluzione che potrebbe piacevolmente sorprendere l’ospite. Particolare attenzione deve essere destinata proprio alle dotazioni da far trovare all’interno del bagno in camera.

Abbiamo parlato più volte della necessità di rendere il bagno della camera d’albergo un luogo privilegiato, dove l’ospite possa sentirsi a proprio agio e rilassarsi. Una vera e propria spa in camera, grazie a prodotti di cortesia innovativi. Tra questi ultimi possiamo citare l’erogatore di oli essenziali da installare direttamente alla doccia, che consente di offrire tutti i benefici di una doccia sensoriale, contenendo i costi.

Il modulo per l’erogazione degli oli essenziali si può agganciare al tubo flessibile universale con raccordo accessibile.

La doccia funziona normalmente anche senza l’utilizzo delle capsule contenenti gli oli essenziali.

Tutte le indicazioni sono riportate in maniera chiara ed esplicita affinché l’ospite possa godere dei benefici della doccia sensoriale effettuata con oli essenziali di alta qualità micro-nebulizzati sottoforma di goccioline, così da diffondersi sulla pelle in maniera capillare per un’intensa sensazione di benessere.

Nel dettaglio, le sostanze benefiche degli oli essenziali penetrano nell’epidermide grazie alla dilatazione dei pori dovuta all’acqua calda. Inoltre, il vapore prodotto rende i principi contenuti inalabili, per cui dopo la doccia il profumo si diffonderà nell’ambiente per più minuti, prolungando così la sensazione di piacere.

Le capsule con oli essenziali sono sicure e contengono sostanze purissime 100% naturali, realizzate nel rispetto delle norme cosmetiche europee e non presentano tracce di schiuma o detergente e non ungono, di conseguenza non lasciano alcun residuo su capelli e pelle una volta risciacquati e non rendono le superfici della doccia scivolose o pericolose. Le capsule sono testate sotto controllo dermatologico e oftalmologico.

Per l’ospite sarà molto semplice utilizzare l’erogatore e le capsule, seguendo pochi e semplici passaggi. Le capsule, per l’appunto, vanno inserite nel modulo di erogazione una volta riscaldata l’acqua della doccia. Prima di inserirla nella base va scossa per miscelare gli oli essenziali. Dopo aver inserito le capsule nella base attraverso l’apposita apertura, si dovrà girare l’anello del modulo a 180° fino all’indicatore. Basterà poi aprire il getto d’acqua e godersi un momento di puro piacere.

Una volta finita la doccia sarà possibile svuotare la capsula dall’acqua residua e riciclare l’involucro in alluminio.

Offrire il piacere di una doccia sensoriale in camera, in cui il cliente può scegliere tra le capsule a disposizione quale esperienza regalarsi, è semplice grazie a questo comodo erogatore di oli essenziali per la doccia.

Lavorando sul fronte dell’emozione e del benessere è possibile raggiungere il cuore degli ospiti, offrendo loro la possibilità di parlare bene del tuo albergo e sfruttare le recensioni positive come strumento di marketing persuasivo.

Scopri di più su: www.linea-cortesia.it/docce-emozionali






0

Giardino Verticale: la nuova frontiera del verde in albergo

Inviato da:

Sempre più strutture ricettive mostrano una sensibilità green e un approccio volto a scelte che privilegiano la creazioni di aree verdi all’interno dei propri alberghi. Un’innovazione è sicuramente rappresentata dalla creazione di giardini verticali per interni che richiedono una manutenzione pari allo zero e allo stesso tempo concorrono a creare un ambiente maggiormente accogliente e privo di rischi per l’utenza.

Nel dettaglio Fas Italia è diventata recentemente partner di un’azienda leader nella progettazione di giardini verticali quale Benetti Home, che nel corso del tempo ha consolidato il proprio Know how nella creazione di pareti allestite con lichene 100% naturale e stabilizzato.

I prodotti Benetti Home hanno riscontrato un successo internazionale, con progetti allestiti in tutto il mondo per clienti di prestigio. I pannelli di lichene stabilizzato sono pronti a conquistare anche il settore ricettivo, attraverso l’azione di distribuzione di Fas Italia.

In particolare, il giardino verticale può essere richiesto in diverse dimensioni e finiture. Il lichene può essere manipolato e sagomato con estrema facilità. I pannelli, di diverse misure e con composizione personalizzabile, possono essere collocati in tutti gli ambienti di alberghi, hotel e B&B, creando aree verdi di grande impatto visivo.

Come abbiamo detto poc’anzi le pannellature sono disponibili in diverse forme e dimensioni, comprensive anche della realizzazione del logo dell’albergo. Grazie alla versatilità del prodotto si possono creare anche scritte e mosaici.

La realizzazione di pannelli in lichene stabilizzato costituisce un modo innovativo di concepire il verde in albergo al fine di ricreare un habitat più sano, sicuro e sostenibile. Inoltre, i pannelli in lichene stabilizzato possono essere abbinati all’innovativo sistema theBreath® che mira a migliorare la qualità della vita attraverso un sistema brevettato che consente di ridurre l’inquinamento degli ambienti Indoor.

Il pannello theBreath® si può collocare all’interno del giardino verticale e il quadro può essere personalizzato con stampa a scelta o logo. Il pannello contiene una cartuccia carbonica che attira le molecole, che sono alla base dell’inquinamento degli ambienti interni. Il tessuto theBreath® ha proprietà battericida, quindi annienta tutti i batteri che entrano in contatto con la superficie. Inoltre, il pannello assorbe i cattivi odori e svolge una funzione di mediatore di umidità, al fine di migliorare sempre di più la salubrità dell’aria.

Il pannello theBreath® non utilizza alcuna fonte di alimentazione esterna, mantenendo così un basso impatto ambientale e performance sostenibili.

Riassumiamo, quindi, quali sono i vantaggi nella realizzazione di un giardino verticale:

1. Il giardino verticale consente di creare delle aree verdi in maniera suggestiva, scenografica e sostenibile.
2. Rispetto alle classiche piante, non necessita di annaffiature costanti, particolari condizioni climatiche e manutenzione costante.
3. Unito al pannello theBreath® il giardino verticale contribuisce a purificare l’aria limitando la diffusione di batteri, allergeni e molecole che causano l’inquinamento dell’ambiente interno.
4. La quantità di possibilità a disposizione fa sì che si possano realizzare progetti personalizzati unici e originali.
5. Il lichene è disponibile in diverse tipologie di colore, per creare opere di design dinamiche e di effetto.
6. La bellezza del prodotto rimane inalterata nel corso del tempo.

Per creare un’area verde all’interno del proprio albergo, scegliendo le soluzioni proposte da Fas Italia by Benetti Home sarà possibile arricchire di stile e pregio gli ambienti della propria struttura ricettiva.

Infine, permettono di approcciare in maniera del tutto green all’allestimento di spazi volti a stupire l’ospite e che allo stesso tempo rappresentano un valore aggiunto in termini di godibilità e di fruibilità di un ambiente sano.






0

Piante artificiali in albergo: quali sono i vantaggi?

Inviato da:

Non c’è niente di più bello e decorativo di una pianta per impreziosire un ambiente e dare un tocco di classe. Purtroppo, scegliere piante vere, per aggiungere un elemento di arredo, sia nelle camere che negli spazi comuni di una struttura ricettiva qualsiasi richiede particolari attenzioni.

Bisogna considerare che alcune essenze vegetali potrebbero scatenare allergie nei propri ospiti oppure ai propri dipendenti, nonché richiedere numerosi accorgimenti per prolungarne la vita il più possibile. Di conseguenza, se abbiamo scelto di inserire delle piante vere all’interno delle camere e degli ambienti comuni del nostro albergo, dobbiamo scegliere con cura le essenze più adatte allo scopo.

Se da un lato, come abbiamo accennato, le piante vere presentano numerose complicazioni dovute alla loro coltivazione e manutenzione, dall’altro canto sarebbe impensabile immaginare un ambiente accogliente privo di verde.

Vediamo quali sono nel dettaglio le complicazioni a cui un gestore d’albergo o un imprenditore del settore ricettivo va incontro nell’allestimento di uno spazio interno con piante vere. Il primo problema è legato all’esposizione e alle condizioni climatiche che caratterizza l’ambiente. La collocazione delle piante, quindi, deve tenere in conto temperatura, luce e umidità degli ambienti per una resa ottimale.

Questo aspetto limita, di fatto, anche la scelta delle essenze vegetali. Non è sempre detto, infatti, che le piante, che esteticamente valorizzerebbero meglio l’ambiente, siano compatibili con quest’ultimo. Ricordiamo, poi, che tutte le piante sono soggette alla perdita del fogliame, per cui i pavimenti o il mobilio sulle quali sono poggiate richiedono una pulizia continua.

Allo stesso modo le piante che presentano fiori sono soggette ad altri tipi di problematiche, come per esempio lo spargimento del polline sulle superfici e nell’aria e il naturale essiccamento delle efflorescenze, per cui vanno eliminate in maniera tempestiva le parti secche che risulterebbero antiestetiche e darebbero un’idea di scarsa pulizia e disordine.

Il verde, se non curato come si deve, rischia di diventare un elemento che squalifica, piuttosto che aggiungere pregio e valorizzare gli ambienti della nostra struttura ricettiva. Se non si dispone di personale dedicato, è difficile che la cura delle piante diventi un aspetto semplice da gestire, in termini di costi e tempi.

Quali sono quindi le soluzioni più adatte per arredare gli spazi con un tocco di colore e creare continuità tra l’ambiente interno ed esterno?

Le piante artificiali possono rappresentare la soluzione ideale, ammesso che si investa sulla qualità, cerca delle soluzioni che sono molto simili alle piante vere, ma con il vantaggio di avere costi e tempi di manutenzione molto contenuti.

In particolare, le piante artificiali comprendono sia la riproduzione di piante da interno che da esterno. Sarà possibile, quindi, acquistare anche siepi artificiali, ideali per arredare lo spazio esterno in prossimità di dehors e creare delle vere e proprie oasi di relax, dove l’ospite può sostare in piena privacy.

Gli articoli proposti sono rigorosamente Made in Italy e di alto livello qualitativo. Le piante sono costruite ramo per ramo, con tronchi naturali attentamente scelti. Tutti i materiali utilizzati sono innovativi, duraturi e realistici.

Proprio grazie al procedimento innovativo di costruzione e all’alta qualità delle materie prime è stato possibile ricreare le più belle varietà botaniche presenti in natura. Pertanto, le piante artificiali proposte sono ben lontane da riproduzioni poco accurate o dall’aspetto finto e dozzinale, ma risultano perfette e armoniche nella loro composizione.

Scegliendo questo elemento decorativo per gli ambienti del proprio albergo, B&B, hotel o altra struttura ricettiva, sarà possibile accedere a un ampio catalogo, che consentirà di personalizzare il proprio ordine in base alle proprie preferenze e gusto, abbinandosi perfettamente allo stile proposto negli ambienti.

Per maggiori informazioni, vai sul sito www.prodotti-alberghi.it e progetta il verde nella tua struttura ricettiva scegliendo prodotti che garantiscono performance ottimali.






0

Sistemi di raffrescamento

Inviato da:

L’estate è ormai alle porte e mentre ci si accinge a preparare tutto ciò che serve per accogliere i flussi turistici previsti per la bella stagione e affinché tutto risulti perfetto, bisogna controllare che ogni ambiente della propria struttura consenta una piacevole fruizione all’ospite.

In particolare, gli spazi esterni devono essere curati con attenzione, per evitare che l’ospite sia costretto a rimanere in camera per fuggire la calura estiva. In tal senso il raffrescatore consente di godere degli spazi esterni con la massima tranquillità, grazie a un sistema accuratamente studiato per garantire un’aria fresca e una piacevole ventilazione.

Questo dispositivo, infatti, è stato appositamente progettato per i locali pubblici, come dimostra il design funzionale che ne limita l’ingombro, e si colloca facilmente negli angoli di dehors, giardini e spazi esterni. Il raffrescatore è alto 170 cm, un’altezza che consente un flusso alto di aria fresca sotto ombrelloni, tende, tensostrutture e dehor.

Il potente flusso di aria fresca di 3500 m 3/h può essere regolato sia in orizzontale che in verticale. L’orientamento del flusso d’aria può essere comandato dal display touch screen o dall’apposito telecomando.

L’apparecchio è anche molto silenzioso ed è caratterizzato da un capiente serbatoio dell’acqua con galleggiante per il controllo visivo e l’apposito segnale sonoro. Il dispositivo crea in poco tempo un’oasi di aria sana, fresca e ventilata, laddove è utile.

Un’altra caratteristica vincente è costituita dal dispositivo UV antibatterico integrato che permette di restituire aria sana, dato che all’interno del serbatoio è presente una lampada UV che permette la sterilizzazione dell’acqua, evitando, in questo modo la formazione di batteri e muffe.

Ma come funzione questo sistema di raffrescamento? Essendo un raffrescatore di tipo evaporativo il dispositivo è dotato di speciali pannelli in cellulosa, che vengono bagnati d’acqua nel corso del circolo di raffrescamento. L’aria calda che viene attirata dall’esterno verso questi speciali pannelli in cellulosa da un potente ventilatore assiale, per poi essere rinfrescata attraverso il processo di evaporazione, quindi viene immessa nell’ambiente con una temperatura inferiore.

Un sistema ad hoc consente di risparmiare energia ma consente di ridurre in pochi minuti la temperatura percepita, senza pesare troppo sulla bolletta energetica. Il raffrescatore può essere utilizzato sia all’aperto, ma anche in ambienti al chiuso con finestre aperte, cosa non possibile con altri sistemi di raffrescamento per interni. In più, essendo portatile può essere collocato dove più serve, senza particolare sforzo o fatica.

Inoltre, la sua azione non solo rinfresca e ricambia l’aria, ma è in grado di eliminare fumo e odori che possono dare fastidio al cliente. Costruito con un design molto piacevole, dallo stile moderno e discreto, di conseguenza può essere collocato senza alcun problema in qualsiasi ambiente, visto che è dotato di rotelle piroettanti e di una pratica maniglia.

Se si è alla ricerca di una soluzione poco ingombrante che rinfresca e ricambia l’aria in pochi minuti, con la massima efficienza questo raffrescatore è sicuramente un prodotto da prendere in considerazione. Maggiori informazioni su www.forniture-alberghiere.biz/hall-e-reception






0

Filtro per doccia Aquasweet: il nuovo modo di concepire la doccia in albergo

Inviato da:

Fas Italia diventa distributore di Aquasweet un nuovo prodotto che consente di limitare il contatto tra la pelle e le sostanze contaminanti che possono passare attraverso il rubinetto o l’erogatore della doccia.

Questo filtro multistadio per doccia e vasche da bagno è stato concepito proprio per evitare la proliferazione batterica e si compone di un filtro meccanico e di una cartuccia con carboni attivi e 2 dischi batteriostatici argentati brevettati, questi ultimi sfruttano proprio le proprietà asettiche e antibatteriche dell’argento permette di prevenire la proliferazione dei batteri.

In particolare, Aquasweet consente di filtrare cloro, torbidità, sabbia, ruggine, calcare, sedimenti metallici, film di alghe e materiali in sospensione > 10 μm. Attraverso il filtro sarà possibile prevenire l’occlusione del soffione della doccia, offrendo un getto d’acqua continuo.

Bisogna considerare che un’acqua più pulita e priva di impurità ha il vantaggio di facilitare e supportare l’azione dei prodotti cosmetici quali shampoo, balsamo e sapone. Gli effetti del filtro sono visibili, in quanto l’azione di purificazione consente alla pelle di assorbire meglio le sostanze idratanti ed emollienti di prodotti cosmetici. La pelle appare più liscia e la cute luminosa.

Inoltre, sappiamo bene che calcare e cloro possono creare problemi alla cute, finanche fenomeni di sensibilizzazione e secchezza. In tal senso, utilizzare questo filtro, consente agli ospiti con la pelle più sensibile, di poter fare la doccia o lo shampoo in tutta tranquillità, evitando di incorrere in disagi.

Il prodotto ha efficacia comprovata sia in caso di utilizzo con acqua fredda che calda. Il filtro svolgerà la sua funzione una volta installato tra l’attacco del rubinetto e il tubo flessibile della doccia. La sua azione si esplicherà nel filtrare la sabbia, sedimenti, ruggine, alghe e qualsiasi materiale in sospensione più grande di 5-10 μm.

Grazie a questa caratteristica, il filtro è in grado di trattenere particelle contaminanti molto piccole e tutto il materiale trattenuto dalla cartuccia, che normalmente andrebbe a intasare il soffione sarà bloccato, così da mantenere funzionale ed efficiente la rubinetteria.

Altro vantaggio è costituito dal il filtro dispone di un sistema brevettato contro la proliferazione batterica dell’acqua nei momenti di non utilizzo. Essendo dotato di una cartuccia intercambiabile, che si può sostituire facilmente, sarà possibile mantenere in efficienza la doccia e i rubinetti della vasca.

Infine, come abbiamo visto Aquasweet è facilissimo da installare, non richiede la manodopera di un tecnico, ed è conforme DM n. 25 del 07/02/2012 e offre benefici tangibili. Come sempre Fas Italia si distingue per la ricerca di soluzioni che possano dare ulteriore risalto a una gestione vincente dell’ospitalità.

Curare i dettagli, grazie a tecnologie che il cliente finale non percepisce in maniera evidente, ma che tuttavia si ripercuotono attraverso un riscontro positivo in termini di percezione da parte dell’ospite è sicuramente una strada da attuare, se si desidera offrire servizi di alto livello qualitativo a partire, come in questo caso, dalla semplice doccia.






0

Tappeto antifatica: quanto è importante il benessere dei tuoi dipendenti?

Inviato da:

Il personale addetto alla reception trascorre molto tempo in piedi e spesso si è sempre in movimento per rispondere al telefono, parlare con i clienti, oppure per ricevere i nuovi ospiti e fornire consigli sul soggiorno.

“Vita dura” dietro al bancone della reception dove il personale deve essere sempre sorridente e pronto a rispondere alle esigenze della clientela. Dopo qualche ora trascorsa in piedi, senza la possibilità di potersi sedere, possono farsi largo sensazioni sgradevoli, tra cui dolore ai piedi o agli arti inferiori, caviglie gonfie, oppure si può provare disagio anche nell’indossare le scarpe o nel portare il tacco.

Una soluzione, proposta da Fas Italia, che viene in soccorso dei professionisti del settore ricettivo è rappresentato da un innovativo tappetino antifatica in poliuretano rivestito in morbido poliestere integrato con additivo antimicrobico. Il tappetino ha un design semplice ed elegante ed è disponibile nel colore nero.

Soluzione che coniuga funzionalità a un facile manutenzione, permette di offrire, al personale d’albergo che trascorre molto tempo in piedi, maggior serenità, alleviando quelli che possono essere i disagi maggiori dallo stare alzati e spesso nella stessa posizione.

Se da un lato conosciamo bene gli svantaggi derivanti da una vita sedentaria, allo stesso tempo stare in piedi per molto tempo può essere causa di danni muscolo scheletrici rilevanti, che a lungo andare renderebbero la vita difficile sia al lavoratore dipendente che all’albergatore.

Inoltre, quando si è preda di fastidi non si è in grado di lavorare con la concentrazione giusta, per cui si corre il rischio che la stanchezza prenda il sopravvento e che non si seguano i clienti con la dovuta attenzione.

Investire su soluzioni che mettono in condizione i propri dipendenti di operare con maggior tranquillità e comfort è un investimento sulla qualità del servizio che si intende proporre ai propri clienti.

Un lavoratore e in questo caso il receptionista che a fronte del proprio impegno vede tutelati il proprio benessere e la propria salute, sicuramente compirà i propri doveri con maggior sollecitudine ed efficienza.

Come abbiamo detto il tappeto può essere utile in ambienti dove il personale trascorre molto tempo in piedi, quindi può essere collocato non solo dietro la reception, ma può trovare impiego anche in altre circostanze come per esempio dietro al bancone della caffetteria o del bar d’albergo.

Non solo, il tappeto antifatica può essere utilizzato anche dal personale della sala meeting sia dalle hostess, ma anche fornito come ulteriore optional per gli eventuali relatori di un seminario, soprattutto se hanno la necessità di effettuare i loro interventi in piedi.

Per maggiori informazioni sul tappetino antifatica è possibile visitare il link all’indirizzo web: www.forniture-alberghiere.biz/hall-e-reception/tappeto-antifatica-50×100






0

La moquette in albergo

Inviato da:

Quando si parla di pavimento rivestito in moquette subito nell’immaginario collettivo si palesa l’immagine di una camera d’albergo. In passato, infatti, molti hotel e catene importanti hanno inserito la moquette nelle loro camere, per dare maggior prestigio alle soluzioni di ospitalità offerte.

In passato, si riteneva che un pavimento in moquette rendesse gli ambienti destinati all’accoglienza più gradevole da un punto di vista estetico e dal punto di vista della funzionalità, dato che permetteva una buona insonorizzazione della camera.

Allo stesso tempo una maggior attenzione all’igiene e alle esigenze della clientela hanno portato a non preferire i rivestimenti in moquette. In particolare, questo tipo di pavimento non si adatta alle necessità di soggetti allergici alla polvere e agli acari.

Inoltre, non tutti gli ospiti hanno la sensibilità, davanti a un pavimento in moquette, di togliere le scarpe non appena entrati in camera e di utilizzare le pantofole, per cui si corre il rischio che la moquette sia contaminata da agenti patogeni e macchiata con residui provenienti dalla strada.

Allo stesso tempo se si offre il servizio in camera, immaginate una macchia di caffè o vino rosso, o di qualche altro alimento su una moquette chiara. In più, bisogna tener presente anche che in camera troviamo tra le dotazioni di accoglienza anche il bollitore oppure minibar dove possono essere presenti bibite colorate, che una volta versate accidentalmente sulla moquette, possono causare danni non di poco conto.

Tutto questo comporta ingenti costi di pulizia e manutenzione per offrire ai clienti un ambiente salubre e accogliente. Quindi, dopo quanto detto sarebbe opportuno interrogarsi sull’esistenza di una soluzione che possa coniugare prestigio e allo stesso tempo funzionalità e bassi costi di manutenzione.

Tra le soluzioni presenti sul mercato ci sono i pavimenti LVT Solid Core che possono essere la risposta ideale a chi necessita di un pavimento facile da pulire, ma che abbia un aspetto raffinato.

I pavimenti Solid Core si contraddistinguono per la varietà delle finiture, tra cui spicca quella che ricrea, con un ottimo realismo l’effetto moquette. Questo prodotto, in particolare, si contraddistingue per l’aspetto esteticamente piacevole e prestigioso.

Inoltre, è possibile definirlo piacevole alla camminata, dato che non produce rumore con i tacchi e assorbe i rumori fra il pavimento e la stanza di sotto fino a 18 decibel. Altra caratteristica riguarda l’igienicità che lo rende perfetto per l’uso ricettivo.

Il pavimento in LVT Solid Core effetto moquette non assorbe macchie né polvere. Rispetto a una moquette tradizionale, quindi, presenta ridotti tempi e costi di manutenzione. In base a quanto detto finora possiamo quantificare fino ad 1/3 in meno il tempo di pulizia di un pavimento in LVT Solid Core, davvero un bel risparmio in termini di ottimizzazione delle risorse.

L’installazione di questo pavimento è ideale anche quando si effettuano ristrutturazioni parziali della propria struttura. Il pavimento si monta in circa 3-4 ore. L’intervento non è rumoroso o tanto meno si creano rifiuti e polveri. Tutto questo rappresenta un aspetto non di poco conto, perché consente di procedere al rinnovo delle camere senza dover sottostare a importanti periodi di fermo della propria attività.

Se desideri rinnovare il tuo albergo e dare l’addio alle vecchie e polverose moquette, scopri di più su progetto-hotel.com e crea ambienti moderni, sicuri e accoglienti per i tuoi ospiti con i pavimenti in LVT Solid Core.






0
Pagina 1 del 4 1234