Oh guarda caso…

Inviato da:

Navigando in internet ci siamo imbattuti in un articolo riguardante un sondaggio effettuato per conto della catena Marriott presso i loro ospiti: lo scopo del sondaggio era raccogliere suggerimenti sui servizi più graditi in hotel, per poi poter sviluppare la loro futura offerta di ospitalità. Raccogliendo tantissime idee, l’articolo presenta le proposte più concrete e fattibili per rendere ancora più coinvolgente e personale il soggiorno del futuro turista.

Nella lista dei 15 migliori suggerimenti innovativi e realizzabili in Albergo ben 2 fanno riferimento al servizio del minibar: al settimo posto c’è il “Minibar personalizzato”, in pratica un menu dove scegliere una scelta di cibi già pronti da trovare nel minibar, al posto del classico servizio in camera o di altre soluzioni meno comode.
In quest’ottica rientra sicuramente Il Menu del minibardi Fas Italia, che evidentemente risponde ad una reale esigenza degli ospiti! Grazie al menu, infatti, il cliente può decidere la bevanda o lo snack che preferisce prima ancora di aprire il minibar, scegliendo tra un’ampia offerta di prodotti naturali, bio, gustosi e dal packaging invitante.

Al quindicesimo posto del sondaggio, troviamo invece il “Distributore di cibi sani“: fra gli altri aspetti, viene sottolineata la grande importanza che oggi viene data alla ricerca di una dieta più equilibrata e più sana, con cibi naturali o biologici al posto di merendine, snack e altri cibi colpevoli dell’obesità che affligge ormai sempre più persone. Fas Italia ha intercettato da tempo questa nuova tendenza, ideando e mettendo a disposizione dei nostri clienti il progetto “Il Minibar delle Bontà“: possiamo dire tranquillamente di aver anticipato anche questa idea!

Leggi qui l‘articolo originale.






0

Pro e Contro dei vari sistemi di raffreddamento di Frigobar per Hotel

Inviato da:

Ecco tutti i pro e contro dei vari modelli di frigobar.

A compressore: i frigobar a compressore hanno l’indubbio vantaggio per l’Albergatore di avere meno consumi di elettricità ma hanno l’inconveniente, come tutti i motori a compressore, di fare rumore, magari poco, però non sono silenziosi come altri sistemi di raffreddamento. C’è anche da considerare che con il tempo ventole e cinghie si allentano e il poco rumore iniziale nel tempo può diventare fastidioso. Alcuni modelli sono dotati di programmazione per essere accessi solo di giorno ma si deve considerare che i clienti possono rientrare in albergo anche durante il giorno e godersi il risposo in santa pace. Un altro aspetto da considerare è il maggior costo di acquisto che a volte si recupera solo in molti anni di risparmio di energia.

Automatici: in passato sono stati fatti tanti tentativi per trovare un sistema che consentisse all’albergo di gestire in automatico le consumazioni dei clienti del frigobar; ad oggi però non ci sono soluzioni che permettono di dare un servizio di comfort al cliente e al tempo stesso assicurare una certezza di addebito al 100%. Questi modelli non incontrano il favore degli ospiti, in quanto la paura di addebiti non dovuti frena anche la sola apertura del minibar, con conseguente calo delle vendite. Come dimostra il sondaggio effettuato da HRS.com, il portale di prenotazioni on-line, in cui emerge che il più odiato modello di frigobar è quello che fa l’addebito automatico. Infatti in un articolo apparso su Repubblica del 12/05/13 la Dott.ssa Vendani, presidente degli albergatori milanesi, conferma che chi aveva adottato questo sistema lo ha sostituito con il tradizionale frigobar.

Termoelettrici: è una vecchia tecnologia, ora rivisitata e notevolmente migliorata per adattarla al frigobar, che consente di abbassare i consumi energetici del frigobar. L’unico neo è che non ci dobbiamo aspettare grandi performance di raffreddamento quindi non è consigliato per ambienti caldi non dotati di condizionatori o se dobbiamo inserire il frigobar in mobili con areazione scarsa.

Ad assorbimento: è la tecnologia più diffusa e con il miglior rapporto qualità/prestazioni/prezzo. Sono silenziosissimi: zero decibel, non hanno motore, né parti in movimento che con il tempo possono usurarsi e creare vibrazioni o ronzii; in più non necessitano di manutenzione.

A distributore: l’estetica di questi modelli di frigobar, le poche referenze disponibili e il prezzo rendono poco interessanti questi modelli; da considerare anche il maggior tempo per rifornirli e il poco apprezzamento dell’ospite nei confronti di questi prodotti ad addebito automatico. Un altro aspetto da tenere presente è che questi modelli non consentono l’inserimento di altri prodotti da parte del cliente: si tratta di una forte limitazione per il viaggiatore, che può aver bisogno, ad esempio, di tenere nel frigobar medicine o alimenti particolari.

Queste ad oggi sono le varie soluzioni di frigobar per Hotel.

Vedi un’ampia gamma di frigobar su www.minibar-hotel.it.






0

L’identikit dell’hotel perfetto

Inviato da:

new-logoC’è chi vuole l’hotel con il Wi-Fi gratuito e ben funzionante. Chi lo sceglie in base alla posizione.
Chi non può rinunciare alla Spa con sauna, bagno turco, massaggi e trattamenti vari.
C’è anche chi valuta un albergo in base alle tariffe e, soprattutto, al rapporto tra i costi e la qualità della struttura e del servizio offerto.
Le buone forchette sono intransigenti: il loro albergo deve avere un ottimo ristorante e alla mattina il profumo del caffè e delle brioches appena sfornate deve arrivare in camera (ovvero una colazione ricca!).
Senza parlare dell’importanza delle recensioni online: la maggioranza dei viaggiatori non prenota un albergo se prima non ha letto con attenzione le opinioni di chi li ha preceduti e se ne lascia condizionare.

La lista potrebbe andare avanti all’infinito perché potenzialmente infiniti sono i criteri in base ai quali turisti e viaggiatori scelgono l’albergo dove trascorrere le proprie vacanze: si tratta di una scelta molto soggettiva e personale nella quale confluiscono vari fattori demografici come la nazionalità, l’età, l’estrazione sociale e il livello culturale.

Hotelsclick.com ha rivolto la domanda ai propri utenti: quali sono le caratteristiche di un albergo che più condizionano le scelte di prenotazione? Con i dati raccolti hanno costruito l’identikit dell’hotel perfetto in una simpatica infografica.

Scopri l






0

Il tuo Albergo è un labirinto?

Inviato da:

Tutte le strutture ricettive devono essere consapevoli di quanto sia importate la segnaletica. Infatti, indicazioni chiare e precise aiutano l’ospite a orientarsi meglio e ad avere punti di riferimento che gli consentano di prendere confidenza con gli ambienti in maniera semplice e spontanea.

L’ospite, per sentirsi come a casa, deve potersi muovere liberamente senza dipendere continuamente dallo staff, magari chiedendo più volte le stesse informazioni.

Una segnaletica chiara comporta quindi un duplice vantaggio: anzitutto la libertà di raggiungere i punti di interesse (la stanza, la piscina, la spa, il ristorante e gli altri servizi presenti) senza l’aiuto di nessuno.
Il secondo vantaggio riguarda il team dell’albergo, che potrà dedicarsi alle necessità più urgenti dei clienti e a svolgere il proprio lavoro senza dover preoccuparsi di ripetere le stesse informazioni a ciascun ospite.

Targhe, totem di indicazione, cartelli di segnaletica e informativa, pannelli informativi, cornici e bacheche porta messaggi e indicazioni. L’offerta nel campo dei sistemi di comunicazione visiva è ormai molto ampia, si deve scegliere il sistema più adatto in base alle caratteristiche dell’ambiente e della tipologia di informazione che si vuole dare.

I materiali più utilizzati solo l’ottone, alluminio e il plexiglas mentre i vari sistemi di applicazione possono essere a muro a pavimento e a soffitto. Da ricordare che gli spazi comuni, come l’ascensore, possono essere utilizzati come spazi pubblicitari e promozionali dei servizi dell’albergo.






0

Frigobar per Albergo quale scegliere?

Inviato da:

Ma sopratutto da chi acquistarlo!

Se siamo alla ricerca di un frigobar da inserire nella nostra struttura troveremo prodotti più o meno simili all’apparenza e prezzi più o meno simili, ma cosa è importate valutare prima di acquistare un frigobar?

L’aspetto esteriore del frigobar in genere è simile fra le diverse marche e in considerazione che nel 70% dei casi si deve installare dentro un mobile, non ci soffermiamo quindi sul’aspetto esteriore. Gli aspetti da valutare invece sono, oltre alle misure che desideriamo, a volte imprescindibili in quanto il vano porta frigo non ci lascia alternative, sono il sistema di raffreddamento, la garanzia, la serietà del fornitore, la gamma.

Infatti la marca, la provenienza del prodotto, la garanzia, l’affidabilità del venditore, ecc. faranno la differenza nella decisione di acquisto, la valutazione dovrà considerare il prezzo finale nel suo complesso con tutte le variabili.

Prodotti di marche diverse, produzioni diverse, garanzie diverse ecc.,  fanno si che ci siano anche prezzi diversi,  il prezzo minore a volte attira di più ma a ci sono anche altre considerazioni da fare.

Se considerando ad esempio una differenza di 10,00 euro fra un offerta e un altra , se la suddividiamo per almeno per i 5 anni di ammortamento si parla di 2,00 euro l’anno e di 0,16 centesimi al mese in meno, la domanda è se vale la pena a fronte di un risparmio cosi esiguo acquistare un prodotto che non ha magari alcune garanzie o il fornitore non è un’ Azienda specializzata del settore alberghiero, quindi con la competenza giusta di proporre un articolo adatto.

Non si compra solo il prodotto ma anche la garanzia, l’affidabilità e la sicurezza di un fornitore, che possa offrire anche un servizio post vendita.

In merito alla classe energetica, se non si è utilizzato come marketing il concetto di “Hotel Green” conviene in genere comprare i frigobar standard rispetto a quelli in classe A+, il costo maggiore di esborso viene recuperato con il risparmio di energia  solo in 4-5 anni e quindi si deve valutare se conviene fare un investimento maggiore e togliere parte di liquidità per risparmi esigui mensili.

A volte è semplice valutare le differenze che ci possono essere fra prodotti simili, altre magari no, magari un semplice dettaglio può fare la differenza, ad esempio in un frigobar il peso determina anche l’isolamento termico e lo spessore della lamiera, maggiore il peso è più l’isolamento termico sarà efficiente ottenendo un maggior risparmio energetico. Per questo è importate per prima cosa valutare il fornitore, se è del settore, serio, affidabile, se fa parte di un associazione di categoria, espone in fiere, ecc., in questo caso sarà da valutare con più attenzione di un altro fornitore che magari offre prodotti più economici ma ha meno referenze o  non è del settore specifico delle forniture alberghiere.

Alcuni rivenditori basano la loro offerta solo su prodotti economici, senza valutare il risultato finale del prodotto, sia in termini di durata che di utilizzo, pensando che offrire dei prodotti più economici rispetto ai prezzi di mercato porti a loro dei vantaggi, senza però valutare che offrire prodotti di qualità inferiore non paga nel tempo perchè  il cliente, se non soddisfatto del’acquisto fatto in termini di qualità, dovrà ricomprare  il prodotto che non risulta adeguato e sicuramente sceglierà un’altro fornitore.
Non dobbiamo cercare un prezzo, ma cercare un fornitore affidabile!

Il preventivo ricevuto deve essere chiaro, per evitare malintesi, contenere  la foto del prodotto e relativa descrizione, misure/pesi, costo unitario, tempi di consegna, costi del trasporto, tipo di garanzia, metodo di pagamento.

Speriamo che queste riflessioni siano di aiuto per un’attenta valutazione per un acquisto di frigobar per Albergo.






0

E’ meglio la qualità!

Inviato da:

Leggendo l’articolo sul settimanale Panorama del 3 Aprile, in merito ai sospetti di false recensioni su TripAdvisor, si fa riferimento con un esempio di una possibile complicità di un’azienda fornitrice di prodotti prodotti cortesia, che pur di vendere i suoi prodotti fornisce nel “pacchetto” anche delle recensioni positive su TripAdvisor.

Purtroppo a volte alcune aziende, a corto di proposte serie, con poca professionalità, con prodotti mediocri si inventano di tutto per vendere i loro prodotti.
Noi pensiamo che un azienda che fornisce un Albergo debba in qualche modo essere parte propositiva per far “vendere” meglio le camere all’Albergo cliente, con prodotti di qualità e utili all’ospite per il suo confort e benessere per far scaturire vere recensioni positive su TripAdvisor.

Prodotti di linea cortesia di qualità che si fanno apprezzare dai clienti, minibar innovativi, prodotti biologici per rifornimento minibar, bollitori, doccette per cromoterapia, sono solo alcuni esempi di articoli che Fas Italia propone al servizio dell’ospite che si fanno ricordare ed elogiare.

Frequentiamo molti corsi dedicati agli Albergatori per meglio compenetrarci nel loro lavoro, per comprendere meglio le loro problematiche e aspettative. Cosi possiamo proporre soluzioni valide, anticipando le richieste dei clienti.
Nella nostra news del 28/12/12, dove abbiamo fatto riferimento alla nostra crescita, pur in questi momenti di crisi, grazie alle nostre proposte concrete con articoli innovativi e di qualità che hanno aiutato i nostri clienti a crescere. Se crescono i nostri clienti cresciamo anche noi ed è per questo che dedichiamo tanto tempo alla ricerca di nuovi prodotti, soluzioni diverse, idee da proporre, articoli utili per i nostri clienti.
Crediamo infatti che sia importante essere non un semplice fornitore, ma soprattutto un partner con cui confrontarsi e collaborare per ottenere dei risultati concreti.






0

Frigobar più vantaggi che svantaggi!

Inviato da:

Ci piace conoscere il mercato in cui operiamo per offrire pronte e innovative soluzioni ai nostri clienti, per questo ci documentiamo sempre e visitiamo fiere del settore in Italia e all’Estero. Mi sono imbattuto in un articolo on-line dell’ Independent in cui si parlava dei minibar. Nell’articolo, in sintesi, si faceva riferimento ad alcune problematiche sulla gestione dei frigobar suggerendo la loro rimozione dalle camere per inserire dei distributori automatici nei corridoi.  Ora  essendo un argomento dove Fas Italia è preparatissima ho inviato un email ad uno dei commentatori dell’articolo.

Gentile Melvin Gold
Mi presento sono Stefano Mando’ CEO di Fas Italia, società italiana specializzata nel settore delle Forniture per Hotel.
Le scrivo essendo lei un noto consulente per il settore alberghiero e in merito all’articolo pubblicato su
www.independent.co.uk/travel/hotels/hotels-call-time-on-the-minibar-theyre-too-much-hassle-to-maintain-and-too-expensive-to-police-8555237.html, in cui si evidenzia che molti hotel stanno eliminando i frigobar nelle camere e stanno inserendo i distributori automatici nei corridoi.
Mi permetto di dissentire da queste politiche, sia forse perché sono di parte, sia perché il servizio del frigobar, se utilizzato in maniera diversa dallo standard, può essere, non solo una fonte di reddito, ma anche un mezzo per farsi ricordare dei clienti ed ottenere magari anche dei commenti positivi sui social network, oltre a offrire all’ospite la possibilità di bere o mangiare uno snack a qualsiasi ora del giorno e della notte direttamente nella sua camera. (vedi nostro sondaggio su Facebook e www.impresahotel.it/da-sapere/sondaggi-facebook/877)

Ad esempio il nostro approccio e’ quello di proporre ai nostri clienti dei minibar innovativi e/o artistici, come il nostro minibar che all’apertura dello sportello da un messaggio di benvenuto all’ospite e può fornire informazioni sui prodotti contenuti all’interno o altri messaggi gestibili dall’albergatore, oppure il nuovo servizio che permette, cliccando con il cellulare su un QRCODE, di visualizzare sul cellulare dell’ospite il listino dei prodotti del frigobar con relative foto.
Abbiamo creato dei mobili multifunzione dove all’interno, oltre che al minibar ci sono tutti i prodotti di servizio al’ospite, cassaforte, tv, set bollitore, ecc.
Oppure i frigobar personalizzabili cosi da poter inserire il minibar all’interno della camera, in quanto oggetto di design, e non nasconderlo all’interno di un armadio dove a nessuno lo vede, o BioFrost un frigobar con porta in vetro dove all’interno si trovano prodotti biologici e per celiaci. Il minibar che invia alla reception un segnale di apertura della porta, così per avere la lista delle camere dove andare a controllare l’eventuale consumo e per il rifornimento dei prodotti utilizzati.

Se a volte gli albergatori si lamentano del poco ritorno economico che hanno dal servizio di minibar si dovrebbero per prima cosa interrogare sui prezzi e sui prodotti che inseriscono all’interno del frigobar, a nessuno piace pagare un costo elevato per un pacchetto di noccioline, ma se all’interno del minibar facciamo trovare all’ospite dei prodotti sfiziosi e golosi a prezzi equi, le vendite salirebbero e con esse i guadagni.
Noi ad esempio consigliamo ai nostri clienti di inserire prodotti sfiziosi o golosi e/o prodotti biologici.
In fondo anche per i minibar basterebbe applicare alcune regole del Revenue Management, in sintesi se hai delle camere invendute  abbassa il prezzo, ti copriranno i costi fissi, se il minibar non viene utilizzato fai modo che il cliente lo utilizzi.
Crediamo quindi che con un po’ di fantasia e creatività si possono ottenere dei risultati positivi anche da quei servizi che per abitudine o mancanza di attenzione sono trascurati e quindi non renumerativi.
La ringrazio del tempo dedicato e spero che le abbia suscitato un interesse.
Sarò molto lieto di una sua opinione a riguardo.

Ecco la risposta, tradotta e sintetizzata
Caro Stefano
E ‘interessante conoscere la vostra azienda e la gamma di prodotti che offrite. Vedo che hai un approccio creativo al minibar, non siete una società tradizionale.
L’articolo è stato pubblicato in un giornale inglese, The Independent di Domenica. I miei commenti sono un punto di vista sui minibar che possono causare delle difficoltà operative per la gestione alberghiera. Io continuo a credere che di fatto il problema è corretto, almeno nel Regno Unito, ma, naturalmente i minibar, continueranno ad essere installati in molti alberghi come fonte di profitto e servizio clienti.

Cordiali saluti
Melvin Gold






0

Minibar, punto focale del servizio nelle camere

Inviato da:

Servizio di Minibar in HotelCi sono servizi che ormai l’ospite di un Albergo reputa presenze d’obbligo nella loro scontatezza. Sono tutti quei servizi ormai d’uso comune che si notano solo in caso d’assenza e a cui l’ospite si approccia senza riconoscergli il giusto valore e ancor meno apprezzandone la presenza.
Il servizio minibar è un esempio tipico: presenza scontata nella maggior parte delle strutture ricettive, il minibar si nota solo quando manca nella stanza d’albergo anche se l’ospite non ha l’abitudine di utilizzarlo. Per alcuni anzi è una presenza sgradita: un invito non gradito a maggiorare la spesa del soggiorno ma.. quanto pesa la sua assenza perfino nel più acerrimo nemico delle consumazioni da camera!

Il servizio minibar per le sue implicite caratteristiche culturali è testimonial d’eccellenza di una categoria di servizi deprezzati e mal considerati perché considerato ormai servizio base che DEVE esserci. Il minibar è un rituale, così come il passare in rassegna i prodotti cortesia del bagno o il set d’asciugamani o ancora, se viene servita una camera con televisione, lo zapping per verificare quanti e quali canali serve la struttura. Perfino l’ospite più avverso al servizio minibar pretende la sua personale interpretazione del rito d’arrivo: darà un’occhiata rapida e fugace all’interno del minibar. Ma nemmeno l’ospite che invece non può davvero fare a meno dei prodotti serviti dal minibar è consapevole dell’investimento, a volte anche creativo, del servizio che DEVE esserci.
La disponibilità di questo tipo di servizi è un investimento continuo per l’Albergatore, di tempo – oltre che di liquidità: ore di lavoro dedicate all’offerta di servizi utili ed efficienti.
Quanti sono gli ospiti che possono considerarsi consapevoli del fatto che un Albergatore deve investire importanti somme nell’acquisto di servizi minibar, se vuole garantire un’ospitalità di qualità e affidabilità ? Un servizio minibar dove essere silenzioso, duraturo nel tempo, integrato nel design della camera e con prodotti adeguati all’esigenza – o non esigenza – dell’ospite. L’acquisto di servizi adeguati alle necessità della propria struttura è solo l’inizio. Dalla collocazione dei minibar nelle stanze, l’Albergatore deve dedicare ore di lavoro del suo personale alla gestione del servizio: manutenzione, pulizia, rifornimento.. tutte attività che l’ospite non percepisce perché dal suo punto di vista il minibar è un frigorifero, un contenitore a cui dedicare attenzione solo nel momento in cui s’attinge alle sue riserve, che andranno ad inficiare il conto del soggiorno.

Per cambiare questo approccio dovremmo quindi rivoluzionare l’immaginario dell’ospite. Il minibar – oggi visto come un minifrigo che sa tanto di piccola cassaforte di prodotti preziosi – deve tornare ad essere considerato solo un minibar. Basta caccia al tesoro per scoprire dove è il bar da camera, solitamente sempre nascosto all’interno di armadi e scrivanie: mettiamo in evidenza il minibar, portiamolo all’altezza giusta, che sia pratico per il cliente e che faccia corpo unico con l’interior design della camera.

L’ospite ha il suo rito da seguire: vuole visionare i prodotti all’interno; vuole assicurarsi della loro qualità o meno; vorrebbe avere la possibilità di prenderli senza percorsi ad ostacoli e spesso solo per soddisfare un paio d’esigenze: sfizio e sete. Così i prodotti serviti da un minibar dovrebbero essere sempre di qualità, di tendenza, commercialmente validi mentre quelli comuni, come l’acqua, che siano proposti ad un prezzo accettabile perché in linea con il valore commerciale al di fuori del contesto alberghiero.
Il minibar dovrebbe apparire come una visione gradita e non come un pugno nell’occhio: un oggetto di design che ben si abbina ai colori e all’arredo della camera, capace di “stupire piacevolmente l’ospite” per la forma, l’aspetto o la tecnologia. Stupire l’ospite con una promessa di piacevole esperienza rafforzata dal gusto visivo del menù da camera che anticipi il servizio di prodotti offerti dal minibar accompagnando l’ospite affamato a servirsi di uno snack, quello assetato a stappare una bevanda, senza il “retrogusto amaro” dell’immagine d’un frigo che attenta al portafoglio.

Fas Italia ha creato una serie di modelli di frigobar unici che vanno appunto a coprire queste esigenze.
Leather Frost, minibar rivestiti in cuoio. Minibar Color realizzabile in qualsiasi colore. Art Frost, il minibar artistico.. e nuovi modelli tecnologici in arrivo. Perché, un servizio che DEVE esserci come il minibar può diventare testimonial di ben altra categoria, quella del passaparola d’apprezzamento che parte dal momento in cui l’ospite utilizza il minibar e che continua quando l’ospite soddisfatto parlerà di quell’albergo lì dove c’era quel servizio minibar che, una volta tanto, è stato un piacere guardare così come servirsene. Il minibar ha una potenziale unico: che sia apprezzato o no, attira l’attenzione, sempre. Fas Italia – confermandosi punto di riferimento affidabile e innovativo per l’acquisto di minibar per hotel – vuole raccontare l’esperienza del servizio minibar come un catalizzatore d’attenzione per rendere ancora più fruibili altri servizi messi a disposizione dell’ospite come il set bollitore con vassoio e la cassaforte.
L’innovazione: una serie di mobili multifunzione capaci di ospitare il minibar, il servizio di bollitori e la cassaforte in un unico mobile. I vari modelli di mobili multi funzione sono realizzati artigianalmente con varie finiture di colore e misure, capaci così di adattarsi ai vari ambienti moderno o classici.

Non proponiamo prodotti ma idee e opportunità!






0

Come ti acchiappo i Turisti Cinesi

Inviato da:

Turisti CinesiOggi è uscito un interessate articolo su PianetaHotel, dove si spiega come conquistare i turisti Cinesi.

Pagine specifiche nella loro lingua e, come suggeriamo anche noi, una serie di accessori utili e apprezzati: Bollitori, che loro utilizzano sia per prepararsi un tè verde ma anche un zuppa istantanea o i loro spaghetti. Inoltre inserite una linea cortesia completa, nei loro Alberghi sono abituati ad avere a disposizione anche articoli di cortesia che molti Albergatori non inseriscono nella loro dotazione come ad esempio, set denti, pettini, lucidascarpe, ecc..

Molto gradito è anche l’adattatore in quanto  in Cina le spine sono diverse dalle nostre.
Inseriamo a posteriori questa notizia letta sul sito del Corriere,  sezione esteri, del 13 ottobre: l’obiettivo per l’Expo 2015 di Milano è portare in Italia un milione di turisti cinesi.
Sarà quindi importante dotarsi nelle camere d’Albergo dei Bollitori!

 






0

Nuovo lavoro per chi opera nel settore Alberghiero

Inviato da:

Rappresentanti AlbergoEcco una valida alternativa per chi ha avuto un esperienza lavorativa nel settore Alberghiero.
La possibilità di diventare Rappresentanti di prodotti o di servizi per Alberghi.
Infatti, se ci pensiamo bene, chi meglio di queste persone conosce bene il settore Alberghiero dall’interno e può proporre e consigliare un prodotto o un servizio ai suoi ex colleghi?
Un economo sa come proporre a un altro economo un offerta e sottolineare gli aspetti per lui più interessanti, un direttore marketing saprà ben consigliare un servizio di promozione a un Albergo, una governate, che si è occupata anche di acquistare i prodotti di cortesia ha le competenze per promuovere la vendita di questi articoli, un ex direttore di Albergo sarà ben ricevuto dal direttore di un Albergo e avrà quindi modo di presentare la sua proposta.

Senza contare gli altri vantaggi che queste persone possono avere rispetto ad altri rappresentantanti, sanno come muoversi, hanno conoscenze e amicizie nel settore, conoscono gli orari migliori per presentarsi, ecc., è quindi una buona opportunità per rioccuparsi velocemente e con soddisfazione.
Certamente è un lavoro autonomo e per fare questo salto è importante scegliere una seria e professionale società da rappresentare, che sappia accompagnare il neo venditore nella fase iniziale di conoscenza dei prodotti o servizi e delle tematiche di vendita.






0
Pagina 4 del 5 12345