I Fiori di Bach, vibrazioni positive in Albergo

Inviato da:

Tante persone oggi si curano con i fiori di Bach o comunque conoscono le proprietà benefiche di questi fiori. Per venire incontro alle esigenze di offrire prodotti di cortesia di qualità ispirati a questi rimedi è nata la linea cortesia ai fiori di Bach biologici che è prodotta con fiori certificati biologici completamente prodotti in Italia.
Per l’esigenza di SPA, Centri Benessere, Alberghi Verdi o certificati, che vogliono offrire ai propri clienti  prodotti che aiutano  a trovare l’armonia fra il corpo e la mente.

Per comprendere cosa sono i fiori di Bach bisogno partire dallo stesso Edward Bach, medico inglese degli anni 30, che mise a punto questo metodo.
E. Bach era insoddisfatto della medicina tradizionale perché osservando i suoi malati notò che persone diverse venivano curate con le stesse terapie,  l’attenzione era rivolta solo verso il sintomo e non verso la persona. La sua riflessione era: ogni individuo è diverso e sulla base di questo che bisognerebbe curarlo.
Lasciò il suo avviato studio medico e ritornò nel suo Galles dove iniziò a cercare i rimedi nella natura, trovò che la rugiada del mattino presente su alcune piante ben si adattavano a certe tipologie di persone. Proseguì nel suo studio fin quando non arrivò a 38 rimedi diversi, che sono quelli attualmente conosciuti ed usati, provenienti dai fiori che opportunamente infusi al sole o bolliti in acqua davano gli stessi risultati della rugiada delle piante.

Come si può già intuire la floriterapia di Bach non è una terapia basata sul principio attivo del rimedio ma sulla vibrazione che la pianta attraverso il fiore trasmette.

I fiori di Bach sono un metodo semplice ma non banale.
Ogni rimedio si presenta sotto forma di gocce e corrisponde ad uno stato d’animo “bloccato” che crea il disagio; attraverso l’uso del rimedio floreale adatto l’abitudine “negativa” viene trasformata in forza creativa e positiva rimuovendo il problema.
La loro efficacia e sicurezza permette di scegliere da soli la propria miscela, anche se spesso su problemi più stratificati l’esperienza di un esperto può essere utile per una più veloce ed incisiva efficacia.

Qualcuno potrebbe dire che i rimedi di Bach lavorino per effetto placebo, certamente questo può influire, come qualsiasi cosa, ma l’efficacia sulle piante e sugli animali tolgono sicuramente di questi dubbi.

Anche nell’uso,  i fiori di Bach si attengono alla regola della semplicità. Una volta stabilita la propria miscela questa sarà assunta nella misura di 4 gocce 4 volte al giorno.

Esiste una sola miscela standard che mise a punto lo stesso Dott. Bach e che è ormai nota ovunque: il rescue remedy, il rimedio d’emergenza. È un mix di 5 fiori fra i 38, che si usa nelle situazioni di immediato soccorso come paure, shock, agitazione improvvisa ristabilendo subito un utile equilibrio psico-emotivo.

Nella loro evoluzione i fiori di Bach hanno trovato anche altri settori d’impiego come nel massaggio e nell’applicazione corporea fornendo ottimi risultati.

Ecco che ora, questi meravigliosi prodotti della natura, possono entrare a pieno titolo anche negli Alberghi

 Se ti interessa approfondire l’argomento:
Manuale online dei fiori di Bach www.fioridibach.it
Blog dei fiori di Bach http://floriterapia.fioridibach.it/






0

Una cena a lume di candela

Inviato da:

Sono passati pochi giorni da San Valentino e chissà quante candele sono state consumate nelle cene romantiche preparate nei vari Ristoranti.
Non c’è nulla da dire, per creare un atmosfera intima, piacevole e rilassante, la luce delle candele è quello che ci vuole.
Ci sono però alcuni aspetti che un Ristorante deve prendere in considerazione, l’aspetto economico, le candele sono belle e in alcuni casi sono parte necessaria della cena, però hanno un difetto: si consumano e quindi il loro costo va ad incidere sul costo della cena o su un minor guadagno per il ristoratore. L’altro aspetto da non sottovalutare è l’aspetto sicurezza, argomento già trattato in una nostra guida dedicata alla sicurezza nel settore HORECA: la candela ha una fiamma e purtroppo può essere causa indiretta di principi di incendi.

Infine non è da sottovalutare l’inquinamento: purtroppo in molti casi le candele sono fatte con materiali derivati dal petrolio (paraffina) e quindi inquinanti che bruciando liberano nell’aria sostanze tossiche. A parte chiaramente la salute per il cliente, l’attenzione è per i lavoratori del locale che sono giornalmente presenti e quindi giornalmente sottoposti a respirare un aria non perfettamente pura.

E quindi che fare, rinunciare a creare un atmosfera romantica?
No assolutamente! Per venire incontro alle varie problematiche (costi, sicurezza e inquinamento) ci sono le candele elettriche a led con base in vera cera con effetto bagliore come una candela con la fiamma.
Per il cliente l’effetto è identico: queste candele riutilizzabili, sono molte belle da vedersi, ci sono vari modelli e colori che ben si intonano ai vari arredamenti dei locali, funzionano a batteria che dura fino a 180 ore, non bruciano e non fanno fumo, sono antivento chiaramente e quindi utilizzabili sia all’interno che all’esterno, con ulteriori risparmi (non servono i copricandela in vetro). Oltre che in tutti i ristoranti sono adatti a locali di intrattenimento, spa, centri benessere.






0

Metti a mollo i tuoi clienti!

Inviato da:

Metti in ammollo i tuoi clienti, ma non come quella vecchia e famosa pubblicità (oggi ripresa) dell’uomo in ammollo ma bensì in piscina e non con una piscina tradizionale dove il cliente è costretto a nuotare nel cloro, con tutte le implicazioni che ne conseguono, forte odore di cloro, pelle secca, occhi irritati, ecc., ma in una piscina “BIO”.
Ormai i clienti che vanno in vacanza nei mesi estivi, anche al mare o in agriturismi, si aspettano di trovare una piscina, e a volte è proprio questo l’elemento decisivo per scegliere l’albergo dove soggiornare, ora se vuoi puoi offrire ai tuoi clienti un qualcosa in più che può far scegliere il tuo albergo anzichè un altro.
Se devi costruire una nuova piscina non fare una piscina “normale” costruisci una biopiscina, forse può costare un pò di più come realizzazione, ma i costi di mantenimento possono essere minori e soprattutto potrà essere un argomento pubblicitario convincente.
Tutti oggi sono sensibili all’ambiente, ai prodotti naturali e salutari specialmente chi ha bambini ha una anche una maggiore attenzione, quindi predisposti, curiosi, interessati a provare ad immergersi in pura acqua incontaminata come in fiume di montagna.
Quindi addio cloro per depurare l’acqua ora ci pensano le piante a depurare l’acqua ed eliminare i batteri.
Come funziona il processo di purificazione dell’acqua in una piscina biologica?
La ghiaia grossa e fine effettua il primo grossolano filtraggio il vero lavoro di manutenzione spetta però alle piante i vari tipi di piante inserite in una zona definita di rigenerazione posta in una parte o ai bordi della biopiscona hanno tutte una loro funzione, alcune si nutrono di sostanze inquinanti, altre sono specializzate” in filtraggio di impurità e alcune specie producono ossigeno, un sistema di pompaggio provvede a effettuare il circolo dell’acqua fra la zona di rigenerazione e la zona balneabile, un piccolo impianto ad energia solare renderebbe il tutto completamente ecosostenibile quindi tutto quello che occorre per mantenere l’acqua pulita e cristallina.
Niente inquinamento, minor spese di manutenzione e di pulizia.
Se hai una vecchia piscina tradizionale (esterna) non ti disperare puoi trasformarla in una biopiscina aggiungendo semplicemente la zona di rigenerazione e purificazione delle acque.
Se hai uno spazio esterno, giardino, parco, campo e sufficiente spazio puoi costruire un biolago, si parte da 200/300mq per il laghetto più lo spazio per il giardino intorno per sedie,tavolini, sdraio.
Il principio della depurazione dell’acqua è pressochè identico a quello della biopiscina.
Quindi metti a mollo i tuoi ospiti ma in acqua dolce!
N.B. L’unico neo di queste biopiscine ma specialmente dei biolaghetti è che essendo soggette ad una legge Regionale alcune ASL non le accettano come piscine aperte al pubblico, quindi informarti bene prima di “innamorarti” di questa possibilità.






0

Servizio di Bollitori in camera d’Albergo

Inviato da:

Sempre più strutture ricettive, Alberghi, Agriturismo, B&B, stanno inserendo, come servizio aggiuntivo da offrire ai propri clienti, il bollitore in camera.
Vedi i modelli di bollitori per Alberghi e i relativi accessori vassoi e portabustine.
Richiesti inizialmente da clienti provenienti dall’estero in particolare provenienti da paesi nordici dove l’abitudine a bere tisane o tè è molto radicata, ora anche i clienti italiani stanno apprezzando questa sana abitudine e può essere un elemento di scelta dell’albergo, per questo è importante una volta acquistati i bollitori inserire subito nel sito e nei depliant che l’albergo offre il servizio del bollitore in camera.
In effetti a tutti fa piacere al rientro in camera potersi godere una bevanda calda in piena libertà, specialmente se la scelta degli infusi non si limita a camomilla, e tè, ma offre anche una scelta di tisane, rilassanti, digestive, della buonanotte ecc., anche inserire una varietà di zuccheri è importante.
La scelta del bollitore da inserire in camera non dipende solo dall’aspetto estetico e pratico: bello, prestigioso da vedere semplice da usare ma anche dalla capacità e dal tipo di resistenza. La capacità è in funzione degli ospiti medi previsti nella stanza (una doppia, tre letti ecc.) in ogni caso 1 lt è più che sufficiente, ma 700-800ml sono le capacità più adatte per i bollitori per albergo, anche per avere un giusto rapporto costo corrente per singola accensione e per offrire al cliente una veloce preparazione.
Offrire il servizio di bollitore nelle camere aiuta anche ad avere recensioni positive su tripadvisor, vedi ad esempio
Però la cosa più importante da valutare prima di acquistare un bollitore è la resistenza, cioè se la resistenza è a spirale oppure è a piastra sul fondo del bollitore, questo fa la differenza di prezzo ma anche di utilizzo/manutenzione.
Infatti la resistenza a spirale posta sul fondo o su di un lato nel tempo si riveste di calcare e risulta quindi esteticamente brutta da vedere e sembra poco igienica, ed è difficile da ripulire in quanto al spirale presenta dei punti all’interno difficili da raggiungere, inoltre bisogna considerare il tempo necessario per questa pulizia, tempo che in una struttura ricettiva in genere manca sempre.
A completamento di questo prodotto per offrire una presentazione migliore ci sono i vassoi per bollitori e i portabustine di zucchero e di infusi.
Vedi i modelli di bollitori per Alberghi e i relativi accessori vassoi e portabustine.






0

Camere libere per San Valentino?

Inviato da:

Vi sono rimaste camere libere per la Festa degli Innamorati?

Se ormai è troppo tardi per promuovere un pacchetto di “San Valentino” per i canali tradizionali si può provare a proporlo nella stessa città dove abbiamo l’Albergo. Possiamo così velocemente fare la pubblicità sul quotidiano più venduto in città, oppure su settimanali che pubblicizzano eventi e sarate.

Pubblicizzate una serata indimenticabile a pochi passi da voi, invogliate con un pacchetto romantico e  se non avete il Ristorante all’interno dell’Albergo fate un accordo con un Ristorante in zona, magari poco conosciuto ma carino e dove si mangia chiaramente bene, potreste trovare un accordo veramente interessante, per loro sarà un ottima pubblicità in più e quindi dovreste spuntare un prezzo molto interessate che vi permetterà di offrire il pacchetto ad un prezzo molto vantaggioso.

Ci sono persone che vogliono passare una serata piacevole ma non hanno tempo o voglia per fare spostamenti lunghi, percui veniamo incontro a queste esigenze e forse potremo fare un San Valentino con tutto esaurito!

Anche se sono clienti della stessa città ci possono essere risvolti positivi in quanto in genere nessuno conosce gli alberghi della propria città ma tutti abbiamo amici o parenti che ci chiedo consiglio dove alloggiare quando vengono a trovarci o a visitare la nostra città e quindi sicuramente l’albergo che consiglieranno sarà il vostro!






0

Fai girare le “palle” ai tuoi clienti!

Inviato da:

Roulette CasinoOvvero come trasformare per una sera il tuo Albergo in un casinò.
Ci sono dei periodi durante l’anno in cui è veramente difficile attirare i clienti, nonostante magari offerte particolari, pacchetti ecc., ogni zona mare, monti, laghi, città ha i suoi periodi più critici. Un ‘interessante opportunità per riempire un Albergo in questi periodi è offerta dalla possibilità di trasformare il tuo Albergo in un Casinò. Ci sono attività specializzate che non solo ti allestiscono una sala con Roulette e tavoli da gioco (Black Jak, Poker, Texas Hold’Em, la ruota della Fortuna) ma forniscono anche il personale specializzato Croupier, Hostess ecc. per offrire ai tuoi ospiti un atmosfera da vero Casinò. Chiaramente non è possibile giocare di soldi, ma vengono fornite delle fiches in modo uguale a tutti gli ospiti e ad esempio a fine serata le prime tre persone che hanno vinto più fiches hanno diritto ad un premio, che puoi o comprare (Tom Tom, un Tablet, ecc.) oppure possono vincere un soggiorno nel tuo albergo per due persone per uno o più giorni).
Le fiches poi possono essere personalizzate con il nome del tuo Albergo, tutti vorranno portare a casa almeno una fiches per ricordo, sarà un gadget che farà parlare del tuo Albergo per molto tempo.
Questa operazione costa meno di quello che pensi e sicuramente sarà un successo, non solo perchè avrai avuto modo di “fare il pieno” in un periodo di bassa stagione, ma anche perchè la pubblicità indotta di questa serata sarà notevole,il passaparola e i commenti sui social network per serate così particolari sono assicurati. Come vedi “far girare la pallina della ruolette” ai tuoi ospiti può essere un interessante opportunità per te e una serata indimenticabile per i tuoi clienti. Certamente bisogna fare bene i conti, il costo per il noleggio delle attrezzature comprensivo del servizio, la pubblicità per promuovere il pacchetto soggiorno & casinò, i premi, ma se ti “accontenti” di un giusto margine, in considerazione dell’ottima pubblicità che ti puoi fare, potrai offrire questo pacchetto ad un prezzo interessante.
Obbligatorio avere una o più sale grandi, tieni presente che un tavolo per la ruolette dove posso giocare e/o vedere massimo trentina di persone ha bisogno di uno spazio di circa 20mq, un tavolo da poker circa 15mq. Quindi se hai lo spazio e pensi che questa sia un interessante opportunità devi programmare per tempo questa serata, che poi puoi replicare più volte in un anno. Per prima cosa valutare quanto spazio hai e quante persone possono essere ospitate, non solo nelle camere, ma nella sala/sale che hai, chiedi un consiglio ad una attività specializzate in noleggio di tavoli da roulette quanti tavoli saranno necessari e relativo preventivo, a questo punto puoi preparare un pacchetto appettibile non solo dal punto di vista del prezzo ma soprattutto da stuzzicare la voglia di passare una serata diversa.
Promuovi l’evento in vari canali anche quelli dei giochi online, in riviste o siti dove si parla di giochi come il poker, o rivisti di golf e/o nautica.
Avendo avuto un esperienza diretta, che si è rivelata un successo, ti consiglio di visitare il sito www.casinoparty.it, troverai un partner ideale per questa ottima opportunità.






0

Casseforti per Hotel – 07 – L’albergatore è il responsabile!

Inviato da:

Ricordate che se anche non siete “costretti” dal numero di stelle a fornire in ogni camera la cassaforte che siete responsabili dei beni dei vostri clienti.
Nel libro IV del Codice Civile si tratta specificatamente del deposito in albergo. L’articolo 1783 indica che “gli albergatori sono responsabili di ogni deterioramento, distruzione o sottrazione delle cose portate dal cliente in albergo […]” ad esempio i beni personali lasciati in camera.
“L’albergatore ha l’obbligo di accettare […] il denaro contante e gli oggetti di valore […]” motivo per cui è di fondamentale importanza attrezzare la struttura con diverse cassette di sicurezza.
Comunicazioni tramite targhe o cartelli con frasi quali “non si risponde degli oggetti di valore lasciati incustoditi nelle camere” non hanno alcun valore, l’albergatore non può infatti pattuire con il cliente una deroga alla norma.
A questo proposito sono anche utilizzate le casseforti per Reception, in modo da andare comunque incontro alle esigenze della clientela anche nel caso in cui non sia fornito un servizio in camera.
Oltretutto queste casseforti sono utilizzate anche per le esigenze dell’Albergo stesso: assegni, contanti, valori bollati ecc.






0

Servizi per i piccoli ospiti

Inviato da:

Navigando in Internet, come faccio spesso per capire meglio quello che il mercato cerca o offre, mi sono imbattuto in un sito di un Ristorante, dove prima dei piatti proposti ha evidenziato:
…dispone di tutti i confort per disabili e di fasciatoio per i nostri piccoli ospiti.
Mi sono detto che allora c’è un’attenzione sui servizi di accoglienza da mettere a disposizione alle mamme e quindi ho fatto una ricerca più approfondita, ma purtroppo di Ristoranti che offrono il servizio di fasciatoio sul web ne ho trovati poco più di 10 in Italia! O almeno saranno sicuramente di più ma non pubblicizzano questo importante servizio sul loro sito.
Specialmente i Ristoranti di città turistiche o Ristoranti su importanti strade statali, dove magari la famiglia in vacanza, dopo aver percorso un lungo tragitto, si vuole fermare per pranzo o cena e concedersi una meritata sosta per riposarsi se la famiglia è composta anche da un bambino piccolo in tenera età, inizia il calvario di come cambiare il piccolino.
Niente piani di appoggio o se ci sono poco igienici perchè utilizzati per altri scopi.
Quante famiglie viaggiano con bambini piccoli? Tante secondo l’ISTAT ed è quindi un peccato non dotarsi di un fasciatoio a muro, pratico e igienico.
Lo so che in effetti lo spazio è come il tempo, non basta mai, in molti locali già avere un bagno agibile è un successo, però con i fasciatoio a parete, apribili all’occorrenza potrebbero trovare posto in tanti locali, oltre che chiaramente anche in strutture ricettive.
Una volta dotato il locale di questo pratico e indispensabile fasciatoio è importante fare il passo successivo, cioè di comunicare all’esterno di essere attrezzati ad accogliere i piccoli ospiti, un cartello o un adesivo da applicare alla porta ad esempio potrebbe fare il caso, oltre chiaramente che sul sito Internet o volantini, ma anche su siti dedicati alla vacanze con bambini, una piccola pubblicità potrebbe portare grandi risultati.
Fas Italia può essere al vostro fianco sia per la scelta del fasciatoio a parete  o ad altri modelli più adatti e nel fornirvi gratuitamente il cartello o l’adesivo.






0

Casseforti per Hotel – 06 – Quanto consumano le casseforti per Hotel?

Inviato da:

Tutte le casseforti per Hotel, ad eccezione di quelle con chiave, funzionano a batteria in genere in dotazione e con utilizzo medio durano anni, in ogni caso il consumo e la spesa per il ricambio delle casseforti non incidono assolutamente in maniera pesante nel bilancio della struttura. (questione sollevata soprattutto dalle grandi strutture che si pongono il problema di dover cambiare le pile a 200/300 casseforti)
Molti modelli segnalano che la batteria si sta esaurendo ed avvertono così il personale di provvedere ad una sostituzione per evitare che l’ospite al suo arrivo riesca a chiudere la cassaforte ma non a riaprirla perché le pile si sono esaurite. Questo oltre che ad una notevole perdita di tempo del personale si traduce anche in un disservizio al cliente.
E’ buona norma comunque prevedere cicli di controllo dello stato delle batterie e/o sostituzioni periodiche a date prestabilite.






0

Scrivi e testa

Inviato da:

Sembra impossibile ma cambiare una parola o aggiungerne un’altra può far cambiare notevolmente il risultato che ci aspettiamo.
Prendiamo ad esempio il classico cartellino che inseriamo nel bagno della camere per invogliare gli ospiti a riutilizzare più volte gli asciugamani.
Bene se volete risparmiare anche il 30% sul servizio di lavanderia per la pulizia degli asciugamani leggete con attenzione i risultati di questo test.
Partendo da classico biglietto in cui si ricorda al cliente che il riutilizzo degli asciugamani consentirebbe di ridurre gli spechi energetici ed idrici in un Albergo nello stesso periodo di tempo ripartito in camere differenti è stato inserito un messaggio con poche frasi differenti per poter misurare quello che risultava più efficace.

Biglietto A
Frase aggiunta: Aiutaci a proteggere l’ambiente
Il risultato è che gli ospiti delle camere del biglietto A hanno riutilizzato gli asciugamani durante la loro permanenza.

Biglietto B
Frase aggiunta: Doneremo parte del risparmio a un’organizzazione legata alla protezione dell’ambiente
In questo caso il risultato è stato del 36%, quindi molto simile al biglietto A.

Biglietto C
Frase aggiunta: Abbiamo donato parte del risparmio a un’organizzazione legata alla protezione dell’ambiente. Partecipa anche Tu.
Qui il risultato è stato superiore il 46% degli ospiti a riutilizzato gli asciugamani.

Biglietto D
Frase aggiunta: La maggior parte degli ospiti ha riutilizzato almeno una volta gli asciugamani durante la sua permanenza.
Questo biglietto ha ottenuto il 48% di risultato.

Biglietto E
Frase aggiunta: La maggior parte degli ospiti DI QUESTA STANZA ha riutilizzato almeno una volta gli asciugamani durante la sua permanenza.
Il biglietto E è quello che ha ottenuto il miglior risultato ben il 55% degli ospiti dove era esposto questo biglietto ha riutilizzato gli asciugamani.

In conclusione cambiando una frase si può ottenere un risparmio di ben oltre il 30% sulle spese di lavanderia degli asciugamani (differenza fra il biglietto A il minor risultato con il biglietto E).
E non è detto che il biglietto E sia il massimo ottenibile, sperimentando con frasi sempre diverse si potrebbe arrivare a risultati ancora più alti!

L’Albergo ha un grosso vantaggio rispetto a tante attività: ha il cliente in camera e può trovare dei messaggi adatti da inserire in portadepliant per renderli ben visibili per invogliare il cliente ad esempio a utilizzare gli altri servizi messi a disposizione dell’ospite: ristorante, spa, ecc.
Certamente, come abbiamo visto, non ci si deve limitare ad uno scarno messaggio e soprattutto non ci dobbiamo fermare al primo, si deve testare e ritestare per ottenere il massimo risultato ottenibile.






0
Pagina 25 del 29 «...10202324252627...»