Se devi fare una cosa falla bene!

Inviato da:

Viaggio spesso per lavoro, sia per partecipare a fiere del settore Alberghiero e di Ristorazione, sia come visitatore o come espositore, o per affiancare i nostri agenti in trattative particolarmente importanti e per fortuna viaggio anche per divertimento.
Ho quindi modo di soggiornare in molti Alberghi da Nord a Sud e forse per deformazione professionale noto dei particolari che magari ad altri ospiti forse passano inosservati, però penso che l’immagine di questa foto renda a tutti un senso di disordine e di non armonioso. Una camera d’albergo dovrebbe offrire l’esatto contrario: precisione e armonia.

Non credo che sia solo questione di “vil denaro”, perchè pratici ed eleganti portadepliant o portamessaggi, hanno ormai dei costi di pochi euro e danno la possibilità di mettere ben in vista le comunicazioni, sia obbligatorie che informative, in modo semplice ed economico.
Se vuoi comunicare con i tuoi clienti, nella hall, nei corridoi, nell’ascensore o nella camera utilizza, cornici porta messaggi o portadepliant che possono essere da terra, da parete o da banco.






0

La Linea Cortesia – 5 – Personalizzare per distinguersi

Inviato da:

Perché gli articoli di cortesia possano diventare un veicolo pubblicitario occorre che i prodotti siano personalizzati con il logo della struttura, il packaging dovrà rispecchiare la “personalità” della struttura (moderna, classica, di prestigio, rurale) ed essere adatto alla tipologia di clientela a cui viene offerta (giovani, coppie, single, anziani) e alla motivazione del soggiorno (vacanza, cultura, business, etc.).

Negli alberghi che ospitano famiglie, ad esempio, sarebbe utile far trovare in camera un set di cortesia studiato per i piccoli ospiti, allegro e colorato, magari il tutto contenuto in un morbido peluche che sarà utilizzato come souvenir e trasformato in ottimo veicolo pubblicitario, vedi ad esempio la linea cortesia Baby Hotel.

Prendiamo come spunto alcune feste per dare un tocco di particolarità alla linea cortesia, ad esempio Natale, San Valentino, la festa della Mamma o del Papà, Carnevale: a volte basta poco per far optare la scelta di un albergo rispetto ad un altro, una semplice scusa che aiuti il cliente a decidere dove soggiornare.

Inserisci nel tuo sito un’offerta con un pacchetto specifico per questo determinato periodo offrendo oltre al soggiorno una piacevole sorpresa per la linea cortesia.
Per un turismo sensibile alla natura e all’ambiente far trovare in camera un set cortesia composto da prodotti naturali, come prodotti realizzati con olio d’oliva, germe di grano, olio di mandorle, all’uva, ai fiori di Bach, certificati o biologici, oli o sali da bagno con proprietà rilassanti e rigeneranti, fa apprezzare ancora di più al vostro ospite la sua vacanza e la scelta della vostra struttura. Vedi ad esempio linea cortesia Naturale.

Differenziate anche i prodotti in base al periodo, bassa/alta stagione oppure fra tipologia di camere standard, superior o suite.






0

La Linea Cortesia – 3 – Cosa inserire nella linea cortesia?

Inviato da:

Sicuramente questi fondamentali prodotti per la pulizia del corpo:

1 bagnoschiuma, shampoo o shampoo doccia (funzionale per corpo e capelli);

2 o 3 saponette (lavandino e bidet);

1 cuffia doccia (per rispondere alle esigenze della clientela femminile);

1 spugna per le scarpe (per rispondere alle esigenze della clientela maschile).

Aggiungete a questi fondamentali prodotti qualche accessorio particolare, come ad esempio una crema per il corpo, una bustina di detergente intimo, una lima per le unghie, o comunque qualcosa di insolito che vi permetterà di distinguervi dai vostri concorrenti.
La percezione del vostro ospite sarà così completamente diversa: non arriverà il messaggio che gli vengono offerti dei prodotti perché in qualche modo siete obbligati a farlo, ma perché davvero vi prendete cura di lui e tenete al fatto che il suo soggiorno sia il più confortevole possibile.

La seconda cosa importante da valutare è la scelta del contenitore: flacone o bustina, scatolina o flow pack?
Il flacone è molto più prestigioso e semplice da usare, la bustina è più economica e crea meno ingombro nei rifiuti, ma attenzione che si apra bene, non c’è niente di più fastidioso che trovarsi sotto la doccia con la bustina che non si vuole aprire!

La scatolina è più prestigiosa della bustina, ma ponendo attenzione a dove la si pone, ad esempio in appositi vassoi porta linea cortesia, per evitare che si bagni e prenda un aspetto non presentabile.

Per la capacità dipende dal tipo di soggiorno medio dei vostri clienti, soggiorni di 1-3 giorni, bustina da 10/15 ml o flaconcino da 20/30 ml, soggiorno da 5-7 giorni possiamo suggerire un flaconcino da 30/40ml.

Fate attenzione ai prodotti troppo acquosi, che costano meno in acquisto ma obbligano il cliente ad un maggior consumo, inquinando di conseguenza anche di più.






0

Imbusta ombrelli

Inviato da:

Questo pratico proteggi ombrelli bagnati permettere sia agli Albergatori sia ai Ristoranti di offrire un gesto di attenzione al cliente e di ottenere nei giorni di pioggia un locale sempre pulito e sicuro.
Infatti molti clienti per paura di non ritrovare il proprio ombrello all’uscita tendono a portarlo al tavolo, e così facendo bagnano il pavimento tra l’ingresso e il tavolo. Conseguentemente il pavimento si sporca ed oltre a rendere la sala poco invitante, diviene anche un pericolo per clienti e camerieri che rischiano così di scivolare.
L’imbusta ombrelli messo all’ingresso del locale elimina tutte questi spiacevoli inconvenienti e da al cliente “geloso” del suo ombrello la sicurezza di averlo sempre al suo fianco.
Semplice da utilizzare, basta semplicemente infilare l’ombrello nell’apparecchiatura e tirare: l’ombrello sarà automaticamente avvolto da una custodia di plastica trasparente. Non necessita di alimentazione elettrica.
All’uscita, accanto all’imbusta ombrelli, è buona norma inserire un cestino per la raccolta delle bustine usate.






0
Pagina 3 del 3 123