Soluzioni per la sanificazione professionale di alberghi, aziende, enti e scuole

Inviato da:

I migliori prodotti sanificanti per i nebulizzatori

La sanificazione degli ambienti di alberghi e strutture ricettive, ma anche aziende, enti e scuole è sempre stata un’operazione importante per tutelare e proteggere la salute di dipendenti, operatori, utenti e clienti. In questo particolare momento però la sanificazione e l’igienizzazione profonda e professionale rappresenta una priorità assoluta per prevenire la diffusione del Coronavirus e rispettare le stringerti normative in tema di salute pubblica.

Per questo motivo è opportuno affidarsi a professionisti del settore, dotati di un’ampia scelta dei moderni e attuali strumenti di pulizia per una scelta del miglior sistema di sanificazione.

Attualmente fra gli strumenti più efficaci per la sanificazione degli spazi sono i nebulizzatori, all’interno dei quali bisogna usare prodotti sanificanti specifici in base alle varie esigenze.

Cosa sono i nebulizzatori e a cosa servono?

I nebulizzatori sono tra i modelli sanificanti maggiormente consigliati, sia per la facilità di utilizzo sia per la grande efficacia. Per usarli è sufficiente inserire nel serbatoio il detergente da diluire con acqua, o quello già diluito, per poi procedere alla nebulizzazione che risulta molto sottile per favorire una distribuzione completa ed omogenea del prodotto su tutte le superfici.

Fra i migliori prodotti sanificanti ci sono quelli a base di cloro che, oltre ad avere una funzione sgrassante, sono anche igienizzanti. Sono particolarmente indicati per la pulizia delle cucine, dei sanitari e dei pavimenti in ceramica e gres. Sconsigliato invece l’utilizzo su marmo, vetri e schermi delle tv che rischiano di opacizzarsi.

Il perossido di idrogeno allo 0,5% è un prodotto universale e garantisce eccellenti prestazioni su ogni superficie, anche quelle più delicate, tra cui tende, sedute, moquette e tessuti. Tra i sanificanti evergreen c’è l’alcool al 70% che, una volta nebulizzato, si asciuga più velocemente. Il suo utilizzo è adatto per specchi, vetri, sanitari, arredi e materiali in acciaio, non per materiali molto assorbenti come i tessuti o il legno.

I nebulizzatori fanno passare dal serbatoio la sostanza a pressione, suddividendola in tante particelle microscopiche che si diffondono nell’ambiente uccidendo batteri e virus per disinfettare gli ambienti.

Come scegliere il prodotto sanificante più indicato?

I prodotti da utilizzare per la sanificazione devono avere un’azione disinfettante battericida, fungicida e virucida e si suddividono secondo due processi normativi: Presidi Medico-Chirurgici (PMC) e Presidi biocidi.

Entrambe le tipologie di prodotto rientrano nella categoria PT2, intesi come “disinfettanti e alghicidi non destinati all’applicazione diretta su uomo o animali” ed usati per la “disinfezione di superfici, materiali, attrezzature e mobilio non utilizzati a contatto diretto con alimenti destinati al consumo umano o animale”.

Le soluzioni idonee alla disinfezione hanno proprietà specifiche contro i microrganismi e non vanno confusi con detergenti ed igienizzanti, che invece non hanno alcuna azione disinfettante e non sono conformi alle normative sui detergenti.

• In particolare, per prevenire la diffusione del Covid-19, la normativa impone 3 regole base da seguire: ventilare costantemente gli ambienti e garantire il giusto ricambio d’aria;
• pulire le superfici e gli oggetti con acqua e detergenti neutri;
• disinfettare con prodotti adeguati, registrati ed autorizzati.

Le superfici che richiedono una disinfezione periodica ed accurata sono quelle con un’alta frequenza di contatto, come pc, maniglie, servizi igienici, aree di lavoro condivise ecc.

I principi attivi più indicati sono: sodio ipoclorito, etanolo, sali di ammonio quaternario e perossido d’idrogeno.

I prodotti sanificanti consigliati per strutture ricettive, aziende e scuole

Alcuni sanificanti, se preparati in sito (sul posto) e quindi diluiti in base alle indicazioni, devono essere utilizzati esclusivamente da operatori specializzati, quindi da persone che hanno seguito un corso di formazione specifico per la sanificazione. Una soluzione igienizzante già pronta all’uso, senza necessità di ulteriori manipolazioni, risulta oltretutto molto più utile e pratica.

Uno dei prodotti più indicati, distribuiti dall’azienda specializzata Fas Italia, è l’igienizzante ipoclorito di sodio 5 It, un detergente già pronto all’uso in soluzione acquosa che può essere spruzzato o nebulizzato. È indicato per le superfici dure, neutralizza anche gli odori, non è infiammabile ed è privo di alcool, coloranti o profumi. Il suo impiego è consigliato in case di riposo, alberghi, asili e scuole.

Una valida alterativa è il disinfettante liquido concentrato per superfici ed attrezzature, da applicare sulle superfici con una diluizione del prodotto di 10 ml per litro d’acqua. Questo prodotto vanta un’alta azione battericida e levuricida.

Altro prodotto molto efficace è la soluzione igienizzante da 5 It al perossido di idrogeno, che svolge un’importante azione igienizzante, più gli ioni d’argento che creano un film protettivo e duraturo sulle superfici. È già pronto all’uso e non necessita di ulteriori manipolazioni.

Infine, merita una menzione anche il detergente disinfettante battericida ambientale Kitersan, un prodotto multifunzionale da usare su pavimenti, porte, pareti, bagno, attrezzature, cestini ecc. Risulta efficace sia sui batteri Gram positivi che su quelli Gram negativi e non è influenzato dalla durezza dell’acqua o dalla presenza di residui organici o di saponi. Garantisce anche un’ottima azione sgrassante, asciuga rapidamente e non rilascia aloni.






0
  Related Posts

Aggiungi un commento


18 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.