Io tengo il frigobar vuoto.

Inviato da:

Cosa offri all'ospite?Peccato!
Alcuni Albergatori pensano che sia inutile offrire un buon servizio di frigobar in camera e lasciano il frigobar vuoto, peccato appunto, hanno fatto un investimento è non provano nemmeno a recuperare le spese.
In realtà questo servizio, se ben gestito, porta ricavi interessanti, certamente bisogna investire anche un po’ di tempo e idee in prove per vedere quale strategia porta il miglior risultato in una specifica struttura. Non esistano formule magiche, ogni struttura è unica quindi bisogna valutare quale approccio è il migliore con fantasia e tenendo sempre il piano dei conti a portata di mano.

Come hanno ben spiegato i relatori del corso “Tecniche e Strumenti di Gestione Alberghiera“, il servizio di frigobar porta due vantaggi competitivi, contribuisce alla Brand Reputation, fornendo un servizio completo che porta appunto al secondo vantaggio che è il ritorno economico.
Dal punto di vista del cross selling il frigobar è uno degli elementi più interessanti.

Dello stesso parere è anche Trademark Italia, azienda leader del turismo e dell’ospitalità, nella sua ultima newsletter un suo articolo dal titolo “Coraggio Direttore: rivoluzione al minibar” parla proprio di questo, vedendo il minibar come operazione di marketing.

Anche nel sito FriendStrategy puoi trovare una visione su come è vissuto, da parte dell’ospite, il frigobar offerto vuoto, troverai anche  interessati spunti sulla promozione del servizio di frigobar.

Anche tu sei un viaggiatore e come tutti, al momento che entri in una camera d’Albergo, una delle prime cose che farai è sicuramente quella di aprire il frigobar per la curiosita’ di vedere cosa contiene e se contiene i soliti prodotti o peggio ancora prodotti senza marca, di qualità scadente la delusione ti assale, lo stesso accade agli ospiti delle strutture che non curano il servizio di frigobar.

Soluzioni di frigobar per camere d’albergo.

 

 






0
  Related Posts

Aggiungi un commento


dodici − 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.