La Camera d’Albergo ideale -18-

Inviato da:

Una camera pensata per la clientela business

“Albergo che vai, cliente che trovi”: questa, che sembra una piccola massima, descrive la realtà delle strutture ricettive. In generale, i viaggiatori si possono dividere in due gruppi: cliente business e cliente turistico. Già questi due ambiti possono fornire diversi spunti per offrire un’ospitalità su misura.

Se ospitiamo una clientela di tipo business, la camera non solo dovrà offrire tutti i comfort del caso ed essere silenziosa ma dovrà essere particolarmente curata nella zona di lavoro costituita da sedia, scrivania e punto luce orientabile. La postazione sarà servita da una presa per la connessione a internet (se non è presente la connessione WI-FI) e da una presa di corrente per il pc o altri tipi di device.Fas Italia Vuotatasche

Sulla scrivania i particolari fanno la differenza: per esempio, raccogliere in una cartellina portadocumenti in pelle o in ecopelle alcuni fogli di carta, un block notes e delle penne può essere un modo utile per offrire al cliente la possibilità di prendere appunti.
E’ consigliato che carta, block notes, penne o matite abbiano ben in evidenza il logo e i contatti dell’albergo, così se qualche cliente dovesse portar via una penna, oppure appuntare qualcosa su un foglio di carta, avrebbe come promemoria anche i contatti dell’albergo, facilitando un’eventuale seconda prenotazione.

Altro oggetto che può essere utile da posizionare sulla scrivania è il vuotatasche, che consente all’ospite di depositare gli oggetti più piccoli e di tenerli sempre a Fas Italia mobile frigobarportata di mano.

Non può mancare in camera anche un minibar fornito con snack e bevande, così da avere qualcosa da bere o da gustare mentre si è in camera. Inoltre, è molto diffusa l’abitudine di inserire all’interno della stanza un bollitore con una piccola selezione di tè e bevande solubili. Tuttavia si sa che soprattutto gli ospiti italiani, generalmente, hanno più piacere a consumare un buon caffè espresso: si può inserire nelle camere, oltre al bollitore, anche una macchina per il caffè espresso a cialde o capsule.
Avere la comodità di prendere il caffè in qualsiasi momento inserendo una semplice capsula può rappresentare un valore aggiunto e un’idea originale che sarà gradita dagli amanti della bevanda.






0

La Camera d’Albergo ideale -17-

Inviato da:

Attenzione ai dettagli con i complementi d’arredo

La biancheria e i tendaggi devono rispecchiare perfettamente lo stile dell’arredamento della camera ed è necessario badare bene alla qualità dei tessuti perché tendaggi di scarsa qualità o troppo pesanti potrebbero rendere l’ambiente dozzinale e antiquato. Infine, la biancheria da letto deve ispirare pulizia: a nessun ospite piacerebbe dormire in un letto le cui lenzuola siano ruvide o, peggio ancora, danneggiate (strappate, ombrate o con qualche alone).

Sempre per abbellire lo spazio, se si ha la propria attività in una zona turistica si possono decorare le pareti con stampe e immagini che raccontino la storia del luogo o che ne mostrino le bellezze. Gli imprenditori più attenti potrebbero utilizzare questo artificio anche per pubblicizzare attività interconnesse con l’albergo. Per esempio, se tra i servizi figura l’organizzazione di escursioni, gite e visite guidate, inserire immagini del luogo potrebbe spingere i clienti a chiedere informazioni e, di conseguenza, a scoprire anche ulteriori attività collegate con la struttura ricettiva.

Fas Italia portadocumentiNon può mancare sul tavolo, poi, un portabrochure o cartello informativo dove sono indicate le funzioni della TV o del telefono, oppure ancora orari o servizi offerti dall’albergo e una cartellina porta documenti in cui il cliente possa trovare una serie di informazioni interessanti, come ad esempio numeri utili, pubblicità di eventi che si svolgono durante il soggiorno, il menu del servizio in camera e molto altro ancora.
Il materiale informativo deve essere ben distribuito nella camera in appositi portamessaggi o portacomunicazioni e non in improbabili patchwork che danno una sensazione di disordine e di trascuratezza.

Abbiamo già parlato di quanto sia importante disporre i punti luce all’interno della camera. Oltre alle lampade da tavolo da posizionare sui comodini e sulla postazione di lavoro, non possono mancare lampade a parete e piantane coordinate con tutto l’arredamento. Scegliere soluzioni di design ma che favoriscano il risparmio energetico è la chiave giusta per creare un ambiente caldo, accogliente e che non pesi tuttavia sulla bolletta dei consumi.

In una suite si può pensare di inserire un minibar a parete contenente una bottiglia di champagne e due calici. Potrebbe essere un forte elemento di distinzione, capace di rendere qualsiasi ambiente speciale ed estremamente di classe.

Anche il classico cestino gettacarte si può trasformare in oggetto d’arredo, rivestito con i colori della stanza o in oggetto di distinzione inserendo un cestino per la raccolta differenziata.

In sintesi, i complementi d’arredo sono utili perché:

  • abbelliscono con stile la camera
  • rispondono a diverse esigenze
  • sono un potente mezzo di persuasione e marketing

Possiamo quindi concludere che i complementi d’arredo devono essere scelti con la stessa cura con cui si selezionano i pezzi principali del proprio arredamento.






0

La Camera d’Albergo ideale -16-

Inviato da:

Complementi d’arredo fondamentali: il reggivaligie e lo specchio

Che cosa cerca un cliente quando viaggia? Questa è la domanda a cui bisogna rispondere quando si ha il difficile compito di arredare una camera. Scegliendo attentamente i complementi essenziali è possibile rendere più confortevole e vivibile la camera. Ogni albergatore è libero di scegliere i complementi di arredo che preferisce e che più si adattano alle caratteristiche della struttura ma ci sono alcuni accorgimenti che sono sempre apprezzati dai clienti.

Un esempio è rappresentato dal reggivaligie, che può essere integrato nella mobilia oppure pieghevole per chi ha poco spazio a disposizione. I reggivaligie consentono agli ospiti di poter disfare comodamente il bagaglio e di piegarsi il meno possibile, con conseguenti benefici per la schiena. Inoltre mettere a disposizione un reggivaligie all’ospite ha anche un vantaggio per l’albergatore perché evita che le valigie siano appoggiate sul letto, sporcando o rovinando il copriletto.

Il reggivaligie è un complemento d’arredo che si può facilmente coordinare con i mobili della stanza: esistono, infatti, prodotti realizzati in materiali, finiture e colori differenti. Inoltre scegliere un reggivaligie con sponda o con sopralzo è utile per evitare che il cliente, quando appoggia la sua valigia, sporchi o righi il muro.

Infine, è importante che il reggivaligie sia robusto e ampio, dato il peso sostanzioso dei bagagli che molti ospiti, soprattutto quelli stranieri, si portano dietro.Reggivaligie

Collocare nella camera uno specchio abbastanza grande per permettere all’ospite di guardarsi per intero è un’altra accortezza che farà sicuramente piacere, soprattutto alle signore. Infatti, che si viaggi per affari o per piacere, quale persona resiste alla tentazione di controllare se è tutto a posto con il proprio aspetto? Essere impeccabili quando si esce è un must che non va mai in vacanza! Gli specchi, se collocati in maniera sapiente all’interno dello spazio, fungono proprio come oggetto di arredamento offrendo un tocco elegante e danno la sensazione di uno spazio più ampio.






0

La Camera d’Albergo ideale -15-

Inviato da:

Televisori e Smart TV per la camera d’Albergo

Riguardo le TV, si può scegliere qualsiasi marca e dimensione in base allo spazio e al budget disponibili, non si deve prescindere però da acquistare solo modelli di Televisioni Hotel Mode native. Le televisioni progettate e costruite per il canale Ospitalità, infatti, hanno alcune caratteristiche irrinunciabili:

  • la programmazione semplificata grazie alla clonazione attraverso una chiavetta USB
  • la sicurezza di avere sempre TV come appena programmate utilizzando il blocco dei menù che consentono di cambiare i settaggi di base dell’apparecchio
  • la possibilità di bloccare il volume massimo consentito, in modo che le TV non possano disturbare gli altri ospiti.

Fas Italia tv hotel modeAcquistare TV che non hanno queste caratteristiche vuol dire creare disturbo agli ospiti (dovuto al volume alto della camera contigua) e dare più lavoro al personale che deve continuamente riprogrammare le TV.
Acquistando i normali televisori consumer, cioè quelli per utilizzo casalingo, si rischia a breve di dover riaffrontare l’investimento per le lamentele e il troppo tempo da dedicare alla riprogrammazione poiché, anche se inavvertitamente, l’ospite può cancellare dei canali essenziali giocando con il telecomando.

Se abbiamo un budget più elevato è possibile dotare le camere, o solamentealcune tipologie di camere (come suite, junior suite o superior) di Smart TV ma anche in questo caso apparecchi sempre soltanto Hotel Mode. Le Smart TV possono collegarsi alla rete (wifi o via cavo) come quelle casalinghe ma in più offrono funzioni aggiuntive quali il blocco volume, blocco sintonia, vite antifurto nel telecomando, indicatore di carica telecomando sulla TV, plastiche ignifughe, orologio software. In particolare, consentono di programmare la pagina iniziale e la pagina smart info con tutte le informazioni dell’hotel con una semplice immagine jpeg o addirittura programmando una vera e propria pagina Html in cui proporre contenuti esclusivi.






0

La Camera d’Albergo ideale -14-

Inviato da:

Gli indispensabili: armadio e scrivania

L’armadio deve contenere comodamente gli effetti personali dell’ospite e, all’occorrenza, deve permettere di riporre anche cuscini e coperte aggiuntive. All’interno dell’armadio devono esserci il piano e il bastone appendiabiti, così da poter essere sfruttare pienamente lo spazio; inoltre vi si può posizionare anche la cassaforte.
In base allo spazio a disposizione è possibile scegliere un armadio con porta scorrevole o a battente.

Nella stanza non possono mancare un punto d’appoggio o una scrivania/scrittoio, per permettere all’ospite di scrivere o di utilizzare agevolmente il proprio notebook. La scrivania può essere utilizzata per contenere il frigobar, sia direttamente sotto la scrivania, quindi a vista, oppure in un apposito vano che deve essere ben areato per evitare che il frigobar si surriscaldi consumando più corrente e diminuendo la sua durata e efficacia.

Fas Italia Bollitore elettricoLa scrivania può servire per appoggiare anche il set Bollitore, tanto apprezzato dalla clientela internazionale.
Esistono nuove soluzioni salvaspazio anche per questo prodotto in quanto, essendo un prodotto di relativamente recente dotazione, molte volte non trova lo spazio necessario sulla scrivania.
La soluzione ideale sono dei pratici mobiletti verticali dove trovano alloggio il bollitore, le tazze e il porta bustine. Esiste anche una versione da appendere a parete.

L’eventuale mobile o scrivania può essere utilizzato anche per posizionare una TV: in tal caso, è importante che sia posto di fronte al letto, per consentire all’ospite una visione comoda. Grazie ai nuovi televisori a led è possibile utilizzare dove è necessario per stanze piccole, scrivanie meno profonde o addirittura posizionare la tv direttamente a parete. In questo caso non deve necessariamente essere di fronte al letto: grazie alle staffe a muro orientabili fino a 90°, si aprono nuove opportunità di disposizione degli arredi nella camera.






0

La Camera d’Albergo ideale -13-

Inviato da:

Ogni cosa nella giusta luce

L’illuminazione in una camera d’albergo è un fattore essenziale. A volte però è trascurata poiché non si considera che è una parte determinate per creare non solo la giusta luce ma anche per rendere gradevole e suggestiva la camera stessa. Infatti con una corretta illuminazione si può creare una atmosfera calda, si possono esaltare i particolari rendendo più gradevole il soggiorno.

Per quanto riguarda il posizionamento si deve stare attenti a non creare fastidiosi riflessi con lo specchio o luci abbaglianti, tutti elementi che non aiutano il rilassamento dell’ospite. Ai lati del letto devono essere disposti i comodini, sui quali vanno posizionate le lampade. Gli interruttori dei punti luce devono essere collocati in maniera tale da poter essere raggiunti con facilità. Infine, è molto utile posizionare all’ingresso della stanza un interruttore generale che comandi i diversi punti luce, così che l’ospite possa spegnere e accendere la luce comodamente quando entra o esce dalla propria camera.

Fas Italia lampadeNella fase decisionale dell’acquisto delle luci, è importante valutare, oltre all’aspetto estetico, anche l’aspetto pratico e funzionale: ad esempio è inutile scegliere delle lampade di design che siano impossibili da pulire proprio in virtù della loro forma insolita poiché dopo poco tempo invece che un elemento di distinzione in positivo, si trasformerebbero in una dimostrazione di incuria e di sporcizia agli occhi del cliente.

Chiaramente oggi si devono privilegiare le lampade a risparmio energetico a led che offrono ormai, oltre che bassi consumi, luce calda e pronta accensione. Anche in questo caso però dobbiamo fare attenzione: i led infatti hanno la particolarità di avere una luce piuttosto concentrata, quindi si deve tenere conto della luminosità consigliata nelle varie stanze.
Sono stati effettuati studi che ci dicono la quantità di illuminazione necessaria per i vari ambienti. Chiaramente dipende da moltissimi fattori, dal tipo di lampadina a valutazione più personali, ma si consiglia un rapporto di circa 7W (in caso di lampadine a led) al Mq per corridoi ed ambienti comuni, circa 10W al Mq per il bagno, ed almeno 10-15W al Mq per la camera in prossimità del letto e dello scrittoio.






0

La Camera d’Albergo ideale -12-

Inviato da:

Tutti i vantaggi delle serrature elettroniche

In ottica di facilità di gestione e praticità, è utile pensare di dotare le camere di maniglie con serratura elettronica: ne esistono di molti tipi, tra cui quelle con apertura a scheda di prossimità.

Pratiche ed affidabili, le serrature con scheda di apertura porta permettono notevoli vantaggi per l’Albergo, eliminando la complessa gestione delle chiavi ed aggiungendo un notevole risparmio energetico se all’interno della camera viene collegata anche la tasca di accensione luci. In questo caso, però, bisogna ricordarsi che il frigobar deve avere una sua linea diretta per non staccare la corrente quando l’ospite non è in camera.

Le serrature di prossimità semplificano all’ospite l’accesso alla camera: basta che si avvicini la card alla maniglia per aprire la porta. È possibile anche realizzare card con più funzioni (ad esempio si può associare la card per il funzionamento dell’ascensore, porte comuni, parcheggio, etc). La tecnologia a trasponder utilizzata elimina i contatti tra serratura e card evitando così logorii e strappi nelle card.

Nel caso non si vogliano compiere interventi sull’impianto elettrico, per motivi di costo o per evitare lunghe chiusure della struttura, si possono utilizzare le serrature elettroniche HL Mifare, che operano stand-alone, escludendo così qualsiasi lavoro di muratura. Sono adattabili ad ogni tipologia di porta anche già esistente; in pochi giorni è quindi possibile trasformare un vecchio sistema a chiave in uno a tecnologia trasponder. Non necessitano di un impianto elettrico dedicato, funzionano con 2 normali pile stilo, che hanno una durata media di due anni. Il sistema di serrature elettroniche HL Mifare è completo ma estremamente semplice così da soddisfare le esigenze sia delle piccole strutture che di quelle più complesse offrendo sicurezza, efficienza operativa e semplicità di utilizzo.






0

La Camera d’Albergo ideale -11-

Inviato da:

Il letto perfetto per ogni camera

L’arredamento deve essere in sintonia con i colori e con la tipologia di struttura ricettiva ma ci sono alcuni punti fermi da cui non si può prescindere. Una camera perfetta, infatti, deve essere comoda, silenziosa e funzionale. Il centro focale della stanza è sempre il letto. Generalmente si tende a posizionare la testata del letto a nord perché sembra che tale operazione faciliti il riposo. Sono diverse le correnti che influenzano i designer, dai Nodi di Hartmann al Feng Shui, per il posizionamento dei mobili in camera.
Non c’è una regola unica: quel che è certo è che bisogna tener presenti le proporzioni della stanza, l’ampiezza e la grandezza del letto. Infatti, per camere di media e piccola dimensione si consiglia di sistemare il letto su una parete, magari decorata o dipinta con un colore particolare. Se la stanza è particolarmente ampia si può pensare di posizionare il letto in diagonale o al centro, senza sacrificare lo spazio destinato ai comodini.

Fas Italia testata lettoValorizzare il letto con una bella testata rappresenta sicuramente una scelta vincente. I materiali devono essere selezionati in linea con lo stile della camera: dalle calde essenze del legno all’ampia gamma dei colori dell’ecopelle, la scelta è veramente varia. Il letto viene messo in risalto dalla biancheria, che deve essere di buona qualità, sempre pulita e stirata.

Chi punta sugli imbottiti potrà optare anche per la scelta di sommier in ecopelle o in stoffa. Materasso e cuscini vanno presi in tessuti e materiali traspiranti che, naturalmente, devono assicurare il massimo comfort nelle ore di riposo. Come abbiamo detto in precedenza, è importante scegliere prodotti ignifughi e certificati, così da rispettare la legge e garantire la massima sicurezza ai propri ospiti.

Per chi cerca la personalizzazione e la cura estrema, si può pensare a creare un “menu dei cuscini” tra cui scegliere. L’idea non è nuova, ma è pensata per offrire al cliente la possibilità di scegliere su che tipo di cuscino dormire, che spesso è l’elemento più importante nella propria abitudine del sonno. Se si è abituati a dormire su un cuscino duro ed alto e si trova un morbido cuscino stile sogliola (o viceversa), la mattina ci si troverà sicuramente con un dolore alla cervicale e non si sarà riposato bene perché non si è trovata la posizione abituale.
La possibilità di scelta del cuscino non è più un vezzo da VIP in trasferta: moltissimi 5 stelle e via via sempre più 4 stelle cominciano a fornirlo come servizio abituale. I cuscini hanno una vita media non alta, per via dell’igiene che deve fare da padrona, un cuscino sintetico da albergo ha una vita di massimo 18-24 mesi.

Fas Italia letti a scomparsaPer quanto riguarda le diverse tipologie di letto, per le strutture che hanno problemi di spazio un’ottima soluzione per i letti aggiuntivi può essere rappresentata dai letti a scomparsa.
Ne esistono diverse tipologie in commercio: dai letti a castello ai singoli, fino ad arrivare ai matrimoniali. Esistono anche soluzioni che uniscono letto e postazione di lavoro: così, in poco spazio, è possibile offrire tutti i comfort senza rinunciare a niente.






0

La Camera d’Albergo ideale -10-

Inviato da:

Camere d’Albergo e colori

Una volta scelti i materiali e lo stile del proprio albergo, non resta che arredare. Partendo dal presupposto che il pernottamento è il principale servizio che offre un albergo si capisce perché è fondamentale porre la massima attenzione all’allestimento della camera.

Bisogna avere una precisa idea degli spazi a disposizione e domandarsi in che modo ottimizzarli in maniera tale da far sentire ogni ospite come se fosse a casa propria. Il colore è un aspetto fondamentale: attraverso quest’ultimo è possibile creare profondità e dare un tocco unico agli ambienti.

Se oggi le opportunità di personalizzazione sono molteplici, d’altro canto bisogna sempre essere in grado di creare l’ambiente ideale in base al tipo di cliente che si ospita. Per esempio, assegnare ad un ospite cinese una camera total white non aiuterà certo a rilassarlo, visto che per la cultura cinese il colore bianco si associa, contrariamente a quanto accade in Occidente, agli eventi luttuosi; anche scegliere colori troppo decisi e scuri può influire negativamente sulla capacità di rilassarsi.

Il must, quindi, è rappresentato dalla scelta di colori neutri. In particolare per le pareti, oltre al classico bianco si possono scegliere tonalità pastello o tenui, mentre chi sceglie i parati può optare per l’utilizzo di prodotti monocromatici o fantasie geometriche e floreali da abbinare alla biancheria da letto oppure ai tendaggi.

Chi decide per il colore o per i parati può utilizzare questi ultimi sulle pareti e creare degli armonici contrasti: l’importante è che lo spazio risulti sempre arioso e mai soffocante o cupo. E c’è chi ha realizzato le camere ognuna rifinita con un diverso colore per ispirare diversi stati d’animo negli ospiti.
A tal proposito è stato effettuato uno studio da Travelodge, una catena alberghiera britannica, per studiare l’influenza del colore sulla qualità del sonno e quindi quali colori utilizzare e quali colori evitare in camera da letto. Lo studio ha dato questi risultati: quanto sonno offre ogni colore?Fas Italia tessuti e colori

  • Blu 7 ore 52 min
  • Giallo 7 ore 40 min
  • Verde 7 ore 36 min
  • Argento 7 ore 33 min
  • Arancione 7 ore 28 min
  • Rosso 6 ore 58 min

Il colore risultato vincente è il blu: in una camera da letto dipinta di blu si dorme meglio e di più, e ci si sveglia con una sensazione di felicità e positività.






0