Una cena a lume di candela

Inviato da:

Sono passati pochi giorni da San Valentino e chissà quante candele sono state consumate nelle cene romantiche preparate nei vari Ristoranti.
Non c’è nulla da dire, per creare un atmosfera intima, piacevole e rilassante, la luce delle candele è quello che ci vuole.
Ci sono però alcuni aspetti che un Ristorante deve prendere in considerazione, l’aspetto economico, le candele sono belle e in alcuni casi sono parte necessaria della cena, però hanno un difetto: si consumano e quindi il loro costo va ad incidere sul costo della cena o su un minor guadagno per il ristoratore. L’altro aspetto da non sottovalutare è l’aspetto sicurezza, argomento già trattato in una nostra guida dedicata alla sicurezza nel settore HORECA: la candela ha una fiamma e purtroppo può essere causa indiretta di principi di incendi.

Infine non è da sottovalutare l’inquinamento: purtroppo in molti casi le candele sono fatte con materiali derivati dal petrolio (paraffina) e quindi inquinanti che bruciando liberano nell’aria sostanze tossiche. A parte chiaramente la salute per il cliente, l’attenzione è per i lavoratori del locale che sono giornalmente presenti e quindi giornalmente sottoposti a respirare un aria non perfettamente pura.

E quindi che fare, rinunciare a creare un atmosfera romantica?
No assolutamente! Per venire incontro alle varie problematiche (costi, sicurezza e inquinamento) ci sono le candele elettriche a led con base in vera cera con effetto bagliore come una candela con la fiamma.
Per il cliente l’effetto è identico: queste candele riutilizzabili, sono molte belle da vedersi, ci sono vari modelli e colori che ben si intonano ai vari arredamenti dei locali, funzionano a batteria che dura fino a 180 ore, non bruciano e non fanno fumo, sono antivento chiaramente e quindi utilizzabili sia all’interno che all’esterno, con ulteriori risparmi (non servono i copricandela in vetro). Oltre che in tutti i ristoranti sono adatti a locali di intrattenimento, spa, centri benessere.






0

Metti a mollo i tuoi clienti!

Inviato da:

Metti in ammollo i tuoi clienti, ma non come quella vecchia e famosa pubblicità (oggi ripresa) dell’uomo in ammollo ma bensì in piscina e non con una piscina tradizionale dove il cliente è costretto a nuotare nel cloro, con tutte le implicazioni che ne conseguono, forte odore di cloro, pelle secca, occhi irritati, ecc., ma in una piscina “BIO”.
Ormai i clienti che vanno in vacanza nei mesi estivi, anche al mare o in agriturismi, si aspettano di trovare una piscina, e a volte è proprio questo l’elemento decisivo per scegliere l’albergo dove soggiornare, ora se vuoi puoi offrire ai tuoi clienti un qualcosa in più che può far scegliere il tuo albergo anzichè un altro.
Se devi costruire una nuova piscina non fare una piscina “normale” costruisci una biopiscina, forse può costare un pò di più come realizzazione, ma i costi di mantenimento possono essere minori e soprattutto potrà essere un argomento pubblicitario convincente.
Tutti oggi sono sensibili all’ambiente, ai prodotti naturali e salutari specialmente chi ha bambini ha una anche una maggiore attenzione, quindi predisposti, curiosi, interessati a provare ad immergersi in pura acqua incontaminata come in fiume di montagna.
Quindi addio cloro per depurare l’acqua ora ci pensano le piante a depurare l’acqua ed eliminare i batteri.
Come funziona il processo di purificazione dell’acqua in una piscina biologica?
La ghiaia grossa e fine effettua il primo grossolano filtraggio il vero lavoro di manutenzione spetta però alle piante i vari tipi di piante inserite in una zona definita di rigenerazione posta in una parte o ai bordi della biopiscona hanno tutte una loro funzione, alcune si nutrono di sostanze inquinanti, altre sono specializzate” in filtraggio di impurità e alcune specie producono ossigeno, un sistema di pompaggio provvede a effettuare il circolo dell’acqua fra la zona di rigenerazione e la zona balneabile, un piccolo impianto ad energia solare renderebbe il tutto completamente ecosostenibile quindi tutto quello che occorre per mantenere l’acqua pulita e cristallina.
Niente inquinamento, minor spese di manutenzione e di pulizia.
Se hai una vecchia piscina tradizionale (esterna) non ti disperare puoi trasformarla in una biopiscina aggiungendo semplicemente la zona di rigenerazione e purificazione delle acque.
Se hai uno spazio esterno, giardino, parco, campo e sufficiente spazio puoi costruire un biolago, si parte da 200/300mq per il laghetto più lo spazio per il giardino intorno per sedie,tavolini, sdraio.
Il principio della depurazione dell’acqua è pressochè identico a quello della biopiscina.
Quindi metti a mollo i tuoi ospiti ma in acqua dolce!
N.B. L’unico neo di queste biopiscine ma specialmente dei biolaghetti è che essendo soggette ad una legge Regionale alcune ASL non le accettano come piscine aperte al pubblico, quindi informarti bene prima di “innamorarti” di questa possibilità.






0

Servizio di Bollitori in camera d’Albergo

Inviato da:

Sempre più strutture ricettive, Alberghi, Agriturismo, B&B, stanno inserendo, come servizio aggiuntivo da offrire ai propri clienti, il bollitore in camera.
Vedi i modelli di bollitori per Alberghi e i relativi accessori vassoi e portabustine.
Richiesti inizialmente da clienti provenienti dall’estero in particolare provenienti da paesi nordici dove l’abitudine a bere tisane o tè è molto radicata, ora anche i clienti italiani stanno apprezzando questa sana abitudine e può essere un elemento di scelta dell’albergo, per questo è importante una volta acquistati i bollitori inserire subito nel sito e nei depliant che l’albergo offre il servizio del bollitore in camera.
In effetti a tutti fa piacere al rientro in camera potersi godere una bevanda calda in piena libertà, specialmente se la scelta degli infusi non si limita a camomilla, e tè, ma offre anche una scelta di tisane, rilassanti, digestive, della buonanotte ecc., anche inserire una varietà di zuccheri è importante.
La scelta del bollitore da inserire in camera non dipende solo dall’aspetto estetico e pratico: bello, prestigioso da vedere semplice da usare ma anche dalla capacità e dal tipo di resistenza. La capacità è in funzione degli ospiti medi previsti nella stanza (una doppia, tre letti ecc.) in ogni caso 1 lt è più che sufficiente, ma 700-800ml sono le capacità più adatte per i bollitori per albergo, anche per avere un giusto rapporto costo corrente per singola accensione e per offrire al cliente una veloce preparazione.
Offrire il servizio di bollitore nelle camere aiuta anche ad avere recensioni positive su tripadvisor, vedi ad esempio
Però la cosa più importante da valutare prima di acquistare un bollitore è la resistenza, cioè se la resistenza è a spirale oppure è a piastra sul fondo del bollitore, questo fa la differenza di prezzo ma anche di utilizzo/manutenzione.
Infatti la resistenza a spirale posta sul fondo o su di un lato nel tempo si riveste di calcare e risulta quindi esteticamente brutta da vedere e sembra poco igienica, ed è difficile da ripulire in quanto al spirale presenta dei punti all’interno difficili da raggiungere, inoltre bisogna considerare il tempo necessario per questa pulizia, tempo che in una struttura ricettiva in genere manca sempre.
A completamento di questo prodotto per offrire una presentazione migliore ci sono i vassoi per bollitori e i portabustine di zucchero e di infusi.
Vedi i modelli di bollitori per Alberghi e i relativi accessori vassoi e portabustine






0

Camere libere per San Valentino?

Inviato da:

Vi sono rimaste camere libere per la Festa degli Innamorati

Se ormai è troppo tardi per promuovere un pacchetto di “San Valentino” per i canali tradizionali si può provare a proporlo nella stessa città dove abbiamo l’Albergo. Possiamo così velocemente fare la pubblicità sul quotidiano più venduto in città, oppure su settimanali che pubblicizzano eventi e sarate.

Pubblicizzate una serata indimenticabile a pochi passi da voi, invogliate con un pacchetto romantico e  se non avete il Ristorante all’interno dell’Albergo fate un accordo con un Ristorante in zona, magari poco conosciuto ma carino e dove si mangia chiaramente bene, potreste trovare un accordo veramente interessante, per loro sarà un ottima pubblicità in più e quindi dovreste spuntare un prezzo molto interessate che vi permetterà di offrire il pacchetto ad un prezzo molto vantaggioso.

Ci sono persone che vogliono passare una serata piacevole ma non hanno tempo o voglia per fare spostamenti lunghi, percui veniamo incontro a queste esigenze e forse potremo fare un San Valentino con tutto esaurito! 

Anche se sono clienti della stessa città ci possono essere risvolti positivi in quanto in genere nessuno conosce gli alberghi della propria città ma tutti abbiamo amici o parenti che ci chiedo consiglio dove alloggiare quando vengono a trovarci o a visitare la nostra città e quindi sicuramente l’albergo che consiglieranno sarà il vostro!






0