Come gestire al meglio l’emergenza Coronavirus nel tuo hotel

Inviato da:

La gestione allarmista del tema Coronavirus da parte dei media ha provocato una vera e propria psicosi di massa, causando danni all’economia e al turismo. La presidente di Fiavet (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo), Ivana Jlenic, parla di “situazione fuori controllo e di una gravità assoluta”, situazione a cui però, tutti noi, dobbiamo reagire con fiducia e ottimismo.
Tra i soggetti più colpiti, ci sono, naturalmente, gli hotel. Già, perché, chi ha voglia di venire in Italia quando i media parlano di continui contagi, zone rosse, misure restrittive e incredibili rischi?
Il nostro Paese e tutto il settore turistico italiano devono trovare la forza per superare questo momento e le difficoltà che si presentano. Confidando ovviamente in un rapido risvolto positivo della situazione, abbiamo deciso di stilare una lista di consigli per aiutare gli albergatori ad affrontare in modo efficace la situazione, limitando il più possibile i danni per la propria struttura ricettiva.

Utilizza i nostri prodotti igienizzanti e sanificanti per la pulizia delle camere, bagni e spazi comuni, per offrire ai tuoi ospiti la massima igiene e sicurezza. Comunica nel tuo sito quello che stai facendo in tema di trattamenti di sanificazione.

Flessibilità sulle cancellazioni

Probabilmente in questi giorni stai ricevendo diverse cancellazioni. Non sei il solo. In questo momento delicato, ti suggeriamo di mantenere un atteggiamento smart, evitando di applicare le penali previste. Un’ottima idea è quella di proporre ai clienti un voucher del valore dell’intero soggiorno valido per il prossimo pernottamento presso la tua struttura. Questa soluzione ti permetterà di volgere a tuo favore il momento critico, accrescendo la tua reputazione. Il cliente sarà certamente felice al momento che riprogrammerà il suo viaggio di scegliere di nuovo il tuo hotel.
Ma le cancellazioni non sono l’unico problema. Ci sono anche le mancate prenotazioni, sia a breve che a lungo periodo. La percezione dell’Italia all’estero è quella di un paese non sicuro, una meta da escludere dalle proprie vacanze. Che fare? Un’ottima soluzione è quella di fornire valide garanzie. Inserisci sul sito in modo ben evidente quello che stai facendo in termini di prevenzione per rendere sicuro il soggiorno dell’ospite e attiva delle polizze che tutelino i clienti in caso di cancellazione.

Sii trasparente e preparato

In questo momento sono molti a farti domande. Fingere che tutto vada bene, che l’emergenza Coronavirus non inciderà assolutamente sul soggiorno degli ospiti, non è la strategia giusta. Comunica con le persone in modo aperto e franco, manifestando loro tutta la tua attenzione e disponibilità. Descrivi fedelmente la situazione attuale nella tua città, esplicitando tutti i provvedimenti che possono limitare la loro libertà di movimento durante il soggiorno (questo vale, soprattutto, nelle città dove sono stati chiusi i luoghi di aggregazione). Prepara idee e itinerari alternativi, che non prevedano la visita a spazi soggetti a restrizioni.
Sul sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità troverai un decalogo completo sulla reale diffusione del Coronavirus. Potrai attingere alla sezione “domande e risposte” per fornire sempre risposte attendibili ai turisti in arrivo nel tuo hotel, diventando per loro un punto di riferimento in questo momento di crisi.

No al sottocosto

Il calo delle prenotazioni potrebbe spingerti ad abbassare sensibilmente i prezzi. Ma attenzione alle spese: vendere le camere sottocosto potrebbe portarti a generare una perdita. Del resto, il calo di prenotazioni non è dovuto ai prezzi alti, ma alla paura delle persone di correre un grave rischio. Abbassare i prezzi potrebbe rivelarsi inutile, oltre che dannoso.
Concentrati sul breve periodo. Sebbene il calo delle prenotazioni riguardi anche date più distanti, è bene focalizzarsi sul qui e ora. Vendere a prezzo stracciato le camere per la prossima stagione estiva potrebbe rivelarsi controproducente: siamo in un momento in cui dobbiamo credere che da qui a poco tempo l’emergenza Coronavirus rientri, e la situazione potrebbe tornare presto alla normalità.
Per quanto riguarda invece le prenotazioni più ravvicinate puoi offrire agli ospiti titubanti degli incentivi per confermare il soggiorno, come ad esempio la colazione gratuita nel caso non fosse inclusa nella prenotazione.

Fai un check dell’hotel

Utilizza questo periodo per migliorare l’aspetto del tuo hotel ed effettuare tutti quegli interventi di manutenzione che rimandavi da un po’. Fai un check dell’intera struttura per controllare che tutto funzioni alla perfezione.
Le pile nelle casseforti sono tutte cariche? I minibar sono funzionanti? Le attrezzature nella sala colazione sono tutte efficienti? I box doccia hanno bisogno di interventi? In questo modo non sprecherai tempo prezioso e, appena la situazione si calmerà, sarai pronto a ripartire con un servizio ancora più eccellente.

Strategie per rassicurare gli ospiti

Non è facile gestire una psicosi collettiva. È essenziale rassicurare gli ospiti che si sta facendo tutto il necessario per tutelare la loro salute. Colloca accanto alla reception un distributore di gel igienizzante, come la piantana igienizzante mani a pedale, dotata di serbatoio e di un pedale che garantisce la massima igiene evitando il contatto con le mani.
Aggiungi al kit di cortesia alcune salviette igienizzanti mani, che l’ospite potrà portare con sé quando va in giro per la città: in un momento in cui i gel igienizzanti sono introvabili o venduti a prezzi altissimi, questo omaggio sarà molto gradito.






0
  Related Posts

Aggiungi un commento


18 + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.