Sei pronto ad accogliere l’ondata di turisti stranieri?

Non è un segreto che il Bel Paese attiri turisti da ogni parte del mondo, soprattutto in estate, quando a farla da padrone sono principalmente le mete balneari e le spiagge del Sud, che riscuotono sempre più consensi e preferenze. La conferma di questo dato ci arriva da Expedia, che in base a una ricerca ha misurato l’interesse crescente da parte dei mercati internazionali verso le più note località balneari della nostra costa. Il periodo di riferimento di tale ricerca va dal 1° febbraio al 15 marzo.

Da un’analisi delle ricerche effettuate sui portali del Gruppo, si evidenzia che la domanda da parte dei turisti australiani è aumentata del 45%, mentre quella proveniente da Stati Uniti e Svezia è incrementata per oltre il 40%. In questo quadro, tuttavia, è il mercato svizzero ad essere caratterizzato da una crescita maggiore. Tra le preferenze dei viaggiatori, al primo posto nel ranking si conferma il Salento, seguito dalla Costiera Amalfitana, Ischia, Versilia, Olbia e Trapani. ma anche in Toscana i turisti sono previsti in aumento per il 2016..
Secondo le stime di Federalberghi nel periodo giugno-settembre gli esercizi ricettivi italiani (alberghiero ed extralberghiero) accolgono circa 54,9 milioni di persone, per un totale di 235,7 milioni di pernottamenti, che equivalgono al 50% degli arrivi annui ed al 61% delle notti dormite.

I turisti stranieri in Italia generano quasi il 51% degli arrivi estivi (27,9 milioni), quota di mercato che si è sensibilmente ampliata negli ultimi anni (era infatti al 46% nel 2010), mentre il numero degli italiani è rimasto pressoché stabile.
Bisogna tener conto anche un altro fattore che riguarda la maggior diffusione dei mezzi informatici e alla possibilità di connettersi a internet da diversi device. Grazie alle nuove tecnologie, oggi, i turisti da tutto il mondo possono informarsi, visionare offerte, pacchetti, valutare recensioni ed effettuare una scelta della località in cui trascorrere le proprie vacanze.

Inoltre, non dobbiamo dimenticare che i turisti stranieri hanno grandi aspettative, anche perché chi viene da molto lontano investe somme abbastanza considerevoli e affronta viaggi di parecchie ore. Tenendo presenti questi aspetti, è chiaro che il settore ricettivo non possa farsi assolutamente trovare impreparato, e soprattutto deve mantenere alte quelle che sono le aspettative in merito al servizio di accoglienza.
Anzitutto bisogna avere uno sguardo critico verso la propria offerta e porsi le domande giuste:

Sono pronto ad accogliere turisti stranieri?

L’offerta e i comfort proposti sono conformi alle abitudini degli ospiti provenienti da diverse parti del mondo?

Ho nel mio staff personale competente e in grado di interagire con la clientela straniera?

Sto mettendo in atto le strategie necessarie per far sentire i miei clienti bene accolti?

In questo caso bisogna tener presente quali sono le necessità di ogni tipologia di turista per creare l’offerta giusta. Anzitutto bisogna analizzare le dotazioni presenti in camera. Per esempio, i turisti si aspettano di trovare in stanza il frigobar e la cassaforte. Queste due componenti sono diventati immancabili nella dotazione di una camera.

Ricordiamo che il frigobar assolve a diverse funzioni: la prima, a vantaggio dell’albergatore, perché può essere uno strumento remunerativo e di marketing; la seconda, a vantaggio dell’ospite, che può utilizzare il minibar per conservare medicinali o prodotti specifici per la prima infanzia..
Da controllare prima del pieno della stagione turistica è il funzionamento della cassaforte, assicurandosi che siano presenti in stanza istruzioni dettagliate tradotte in più lingue, così che l’ospite possa usufruirne in tutta tranquillità e, soprattutto, in piena autonomia.

Alcune dotazioni in stanza sono consolidate a livello internazionale, come per esempio il set con bollitore e tazze. Offrite al cliente anche un piccolo assortimento di prodotti in bustina come the, caffè e cappuccino, magari accompagnati da qualche biscottino. Quest’attenzione sarà particolarmente apprezzata da chi, per esempio, ha affrontato un lungo viaggio e potrà così sentirsi accolto e benvoluto, nonché coccolato.

La selezione dei prodotti di cortesia deve essere effettuata con attenzione, scegliendo articoli con profumazioni gradevoli e leggere. Offrire prodotti Made in Italy con fragranze che richiamano il territorio può rappresentare un plus particolarmente apprezzato.

Fas Italia ha lanciato una serie di prodotti cortesia, in tal senso, che richiamano i profumi tipicamente italiani, come l’olio di oliva, il germe di grano, le arance, le mandorle e la nostra linea esclusiva all’uva. Tutti questi prodotti si contraddistinguono non solo per l’alta qualità delle materie prime utilizzate per la loro composizione, ma anche per le caratteristiche emollienti e nutritive, ideali per idratare la pelle dopo una giornata trascorsa al mare.
Infine, personalizzate l’offerta con altri accessori di cortesia come kit per la barba, il set denti e le ciabattine: queste ultime rappresentano uno dei comfort irrinunciabili. Inoltre, se avete moquette in camera, offrire le ciabattine significa anche preservarla da macchie e da altre sostanze come sabbia e salsedine.

Fas Italia offre una lunga serie di soluzioni, anche personalizzabili, che consentono di aumentare la sensazione di comfort in camera. In tal senso, sono diversi gli Alberghi e i B&B anche situati nel Sud Italia che hanno deciso di affidarsi alla nostra esperienza nel campo delle forniture alberghiere.
Da anni sensibilizziamo i nostri clienti a porre sempre più attenzione alle novità e ai cambiamenti che investono il settore dell’ospitalità, e su come le dotazioni della camera possano influenzare l’opinione degli ospiti, che spesso sono chiamati in prima persona a valutare le strutture ricettive mediante i siti di recensioni.

Se si vuole puntare a costruirsi una brand reputation vincente e creare un rapporto di fidelizzazione con i clienti, bisogna investire in qualità e rendere il servizio adeguato alle abitudini e alle aspettative dei turisti stranieri.






0
  Post Correlati

Aggiungi un commento


tre × quattro =