Caminetti elettrici ad acqua

Inviato da:

Rendere accoglienti e sofisticati gli ambienti del proprio albergo con un camino? L’idea non è solo suggestiva, ma anche facilmente realizzabile grazie alle soluzioni proposte da Fas Italia.

Se finora l’idea di inserire un camino nella camera d’albergo o negli ambienti comuni poteva presentare criticità non da poco, come ad esempio l’installazione di una canna fumaria, la presenza di cattivi odori derivanti dalla combustione di legna o di etanolo, oppure la manutenzione onerosa della canna fumaria stessa, oggi possiamo dire che questi ostacoli possono essere tranquillamente superati grazie alla possibilità di installare dei camini elettrici ad acqua.

Che cosa cambia rispetto a un normale camino? I vantaggi dell’installazione di un camino elettrico sono molteplici. Mentre la maggior parte dei camini richiede spazi dedicati all’installazione, oppure invasive opere murarie, i camini elettrici ad acqua possono essere posizionati ovunque, quindi presentano una versatilità maggiore rispetto ai classici camini: possono essere incassati anche nel legno o nel cartongesso.

Quanto consuma in media un caminetto elettrico ad acqua? Fas Italia ha selezionato modelli di caminetto elettrico che consumano circa 200watt/ora. Tradotto in cifre, il funzionamento del caminetto impatta per 0,04 centesimi di euro all’ora, consentendo di contenere i costi della bolletta energetica del proprio albergo.

Come funziona il caminetto elettrico ad acqua? La facilità di utilizzo, nonché l’ammortizzazione dei costi per l’acquisto di combustibili, rappresenta un altro plus dei camini elettrici ad acqua.

Bisogna considerare che mentre per i camini a bioetanolo, per i camini a legna o per qualsiasi altro camino è necessario acquistare legna, etanolo o altro combustibile, in questo caso il serbatoio del camino va riempito con acqua di rubinetto.

Il riempimento del serbatoio può avvenire secondo due modalità: con collegamento alla rete idrica oppure manualmente, in base alle proprie preferenze. Riempiendo il serbatoio con un litro d’acqua, il funzionamento è stimato tra le 10 e le 12 ore.

Sul funzionamento dei camini elettrici ad acqua, possiamo dire ancora che grazie a una raffinata tecnologia ad ultrasuoni e all’uso dell’acqua, si crea un effetto “fumo e brace” di assoluto realismo. Al buio la fiamma sembra vera, per cui il potenziale scenografico è abbastanza evidente.

Grazie alla possibilità di unire più moduli è possibile creare la soluzione più adatta per andare incontro alle specifiche esigenze di ogini struttura, stupendo l’ospite creando un ambiente suggestivo e di grande impatto visivo.

Il camino, infatti, non solo è in grado di aggiungere un tocco di classe all’ambiente, ma allo stesso tempo ha una funzione decorativa che consente di dare a ogni camera l’atmosfera giusta. Se nel nostro albergo ospitiamo una clientela fatta prevalentemente da coppie, oppure una di tipo business, possiamo venire incontro alle esigenze di romanticismo della prima o a quelle di relax della seconda. Cosa c’è di meglio che godersi lo spettacolo del fuoco mentre si chiacchiera, oppure mentre ci si rilassa dopo una giornata di riunioni?

L’estetica vincente e il design moderno, che consentono di optare per versioni free standing o da incasso, si uniscono alla funzione di riscaldamento. Alcuni camini elettrici ad acqua, infatti, sono dotati di questa funzione, che consente di riscaldare in maniera molto veloce anche un ambiente di circa 20-25 mq.

Inoltre, la funzione del riscaldamento può essere esclusa in base alla stagione. Questo significa che il camino può essere utilizzato in qualsiasi momento dell’anno e non solo in inverno, come i comuni caminetti.

Per quanto riguarda le soluzioni da incasso, bisogna tener presente che il basamento su cui avviene, per l’appunto, l’incasso dei moduli, deve essere correttamente aerato, per consentire al sistema che crea l’effetto fumo di funzionare correttamente.

Rendere la camera del proprio albergo ancora più confortevole dotando gli ambienti di un’atmosfera suggestiva con un camino, come abbiamo visto, è possibile.

Contattando Fas Italia potrai richiedere una soluzione adeguata alle tue necessità, grazie alla consulenza di esperti nel campo delle forniture delle hotellerie che ti accompagneranno nella scelta del camino più adatto per rendere magico ogni ambiente del tuo albergo.

Vista la pagina degli accessori per camere.






0

La Camera d’Albergo ideale -22-

Inviato da:

I vantaggi della ristrutturazione

Come abbiamo visto nei post precedenti, prima di ospitare è meglio rinnovare le camere! Questo deve essere il motto dell’albergatore che desidera fare della propria impresa un successo.

Anche se l’attuale situazione economica può frenare la voglia di rinnovare, un imprenditore attento sa che è proprio questo il momento per rinnovare, per essere già pronti al momento della ripresa.
Inoltre c’è da considerare che l’offerta oggi è molto ampia e poter mostrare nel sito una camera nuova aiuta a vendere meglio: un investimento di questo tipo ha sempre un ritorno di maggiore occupazione delle stanze e quindi economico. Bisogna pensare che ristrutturare una camera serve a farla diventare un fattore di distinzione e di qualificazione della struttura stessa.

Tra le altre cose, ristrutturare è anche conveniente: pensiamo ad esempio agli incentivi previsti dal nuovo decreto “Cultura e Turismo” diventato legge a tutti gli effetti dal 28 luglio 2014, che prevede un credito di imposta pari al 30% nel triennio 2014-2016 per chi investe nella digitalizzazione e nel quinquennio 2015-2019 per chi effettua opere di riqualificazione edilizia.

Un credito del 10% è invece destinato all’acquisto di mobili e complementi d’arredo. Con queste misure, il governo italiano si pone l’obiettivo di rendere nuovamente competitive le troppe strutture ricettive che ad oggi si presentano come fuori mercato, che necessitano giocoforza di un piano di rilancio attraverso lo svecchiamento delle strutture e un rinnovo generale dei servizi offerti al cliente. Incentivi da utilizzare anche in vista delle nuove classificazioni alberghiere che il Ministero dei beni e della attività culturali farà in funzione di un adeguamento delle classificazioni adottate a livello europeo e internazionale che premieranno l’accessibilità e l’efficienza energetica.

In un Paese come il nostro, in cui bellezze paesaggistiche e artistiche non mancano, il settore ricettivo deve accettare la sfida e dimostrare di essere all’altezza delle nuove esigenze dei viaggiatori, diventando un volano per l’intera economia. Tutto questo può verificarsi solo grazie a un processo di maturazione da parte degli imprenditori nel comprendere come organizzare nel proprio albergo un’ospitalità che risponda ad alti standard qualitativi, a partire proprio dalle camere.

Fas Italia è al tuo servizio per aumentare il comfort del tuo cliente e rendere più gradevole e confortevole il soggiorno nella tua struttura con le nostre proposte visibili su www.mobiliperalberghi.it, www.forniture-tessili.it e www.forniture-alberghiere.biz.






0

La Camera d’Albergo ideale -21-

Inviato da:

Rinnovare le camere per migliorare le recensioni dei clienti

La soddisfazione dell’ospite per il comfort della camera in generale e in particolare del letto, della praticità dei complementi messi a sua disposizione, sono l’obbiettivo principale che ci si deve porre. Bisogna ricordare, infatti, che il cliente è propenso a tornare in una struttura dove ha soggiornato in modo confortevole. Questo aspetto è importante perché non solo dà il via al processo di fidelizzazione ma trasforma il cliente stesso in un potente strumento di marketing: l’ospite che si è trovato bene è portato a parlare positivamente del posto in cui ha soggiornato. Il passaparola non avviene solo “dal vivo” ma sempre di più vive online, attraverso social network e portali specializzati il cui compito è proprio quello di far conoscere ai propri utenti le strutture ricettive attraverso il rating e le critiche.

Il più famoso di questi è sicuramente Tripadvisor, dove gli utenti si incontrano per raccontare la propria esperienza presso le diverse strutture ricettive. Nessuna struttura che oggi voglia essere vincente e competitiva sul mercato può permettersi delle recensioni simili:

“Camere minuscole, non confortevoli”

“Personale è disponibile ma i servizi scarsi. WI-FI solo nelle aree comuni e i letti sono davvero molto scomodi. TV anni 80.”

“Hotel non rinnovato da decenni. Camera standard molto vecchia senza molta manutenzione. …..”

Offrire un’ospitalità di qualità non solo aumenta la soddisfazione generale del clienti ma predisponendo camere ben arredate nuove e funzionali si facilita il lavoro del personale addetto al servizio ai piani, che riesce ad effettuare pulizie più rapide ed efficienti.

L’arredamento di una camera d’albergo non deve essere cambiato solo quando è oramai vecchio e usurato ma anche per motivi di marketing deve avere un ciclo di 8/10 anni. Passato questo tempo l’albergatore deve pensare a rimodernare, così da essere al passo con i tempi per quanto riguardano le mode, i colori e le abitudini. Dall’altro canto i clienti abituali saranno contenti di vedere che la struttura prescelta è in grado di rinnovarsi e di offrire qualcosa di nuovo. Rimodernare sicuramente aiuta a rendere le camere più confortevoli e pratiche, per questo conviene scegliere mobili con un giusto e vantaggioso rapporto qualità/prezzo.

Nel caso in cui le camere siano ancora in buone condizioni ma comincino a risultare un po’ datate, ma non si vuole affrontare la spesa di un rinnovo totale, si può pensare ad un “lifting”, magari sostituendo la rete con i sommier, inserendo o sostituendo la testiera, cambiando le luci, la tappezzeria o le tende ed aggiungendo qualche particolare come quadri o accessori.






0

La Camera d’Albergo ideale -20-

Inviato da:

Anche l’immagine conta!

Avere sempre il sold out è il sogno di chiunque gestisca una struttura ricettiva. Tuttavia, nulla avviene senza un duro lavoro e una continua attenzione nel rinnovare e rendere il proprio hotel al passo con i tempi.

Al giorno d’oggi esistono diversi portali che facilitano le operazioni di booking eppure non bisogna limitare la propria presenza sul web a questo. Infatti, avere un sito curato con molte foto e contenuti informativi / esplicativi è sicuramente importante per offrire esternamente un’immagine di affidabilità.

L’inserimento delle foto delle camere nel sito web di un albergo è fondamentale, ma anche queste ultime devono rispondere a determinati parametri:

  • devono essere veritiere: bisogna presentare la realtà così come appare e non far sembrare le proprie camere come appena uscite da una rivista di arredamento; la disillusione del proprio ospite può essere un pericoloso nemico
  • devono essere di qualità: una “bella” foto aiuta l’utente a scegliere in modo sereno e può influire sulla prenotazione. Foto brutte, sgranate o scure non aiutano l’utente a capire le potenzialità del luogo in cui potrebbe soggiornare.

Fas ItaliaBisogna tener presente che la vacanza rappresenta uno dei momenti più attesi e che molte persone risparmiano appositamente per poter spendere qualche soldo in più per regalarsi un’esperienza di relax personalizzata. Per questo motivo l’importante è offrire camere che siano d’impatto, piacevoli, accoglienti e confortevoli: se un albergo ha camere datate è d’obbligo valutare una ristrutturazione.

Rimodernare il proprio albergo può comportare diversi vantaggi, perché consente di attirare nuovi clienti e di conseguenza di occupare le camere. Con un’offerta di ospitalità più al passo con i tempi è possibile anche ritoccare i prezzi, magari aumentandoli, così da potenziare anche il ricavo medio.






0

La Camera d’Albergo ideale -19-

Inviato da:

Allestire la camera per la clientela turistica

Per quanto riguarda la clientela turistica, l’albergatore si può trovare ad ospitare i viaggiatori più variegati, come ad esempio gruppi di turisti, famiglie, coppie e stranieri. Vi sono tanti piccoli accorgimenti che possono far sentire l’ospite come a casa perché vanno a ricostruire le sue abitudini di sempre.

Il cliente italiano, ad esempio, differisce da quello straniero: per dirne una, variano gli orari degli spuntini o l’abitudine di consumare the e bevande più volte nel corso della giornata. Se si ospita un cliente russo, al posto del classico bollitore si può dotare la stanza di samovar, di cui esistono in commercio anche comode versioni elettriche. Se invece si ospitano spesso clienti cinesi è importante far trovare in stanza guide della città e informazioni in lingua per utilizzare la cassaforte e gli altri servizi della camera.

Allo stesso tempo, rifornire in maniera accurata il frigobar con prodotti gustosi, leggeri e salutari può fare la differenza e trasformare questo servizio in un’interessante opportunità di guadagno per l’albergatore, qualunque sia la nazionalità del cliente. Se fra i principali servizi graditi dall’ospite c’è la colazione, vuole dire che il cibo è un elemento importante e decisivo nelle sue scelte: l’ospite è abituato a casa ad avere cibi e bevande sempre a portata di mano perché non li dovrebbe avere anche in albergo? D’altra parte il cliente va preso anche “per la gola”!

All’interno della camera può essere utile inserire libri, giochi o passatempi come cruciverba, carte e quant’altro, disponendoli in mobili multifunzione a colonna, che incorporano, oltre al minibar, alcuni piani in cui per riporre libri e molto altro ancora, personalizzando l’offerta in base ai clienti che occuperanno la camera.

Fas Italia kit cortesia bambiniNel caso in cui si ospitino famiglie con bambini piccoli, offrire servizi loro dedicati, sia per l’intrattenimento che per la permanenza all’interno della struttura, può influenzare la scelta dei genitori. Per esempio, fornire il lettino pieghevole o la culla per i più piccini sarà sicuramente una cosa apprezzata. Inoltre, si potrebbero dotare alcune stanze di fasciatoi o fornirli su richiesta, magari anche corredati di tutto il necessario per il bagnetto. Offrire negli spazi comuni, o anche nelle camere con possibilità di cucinare, i seggioloni per la pappa o un kit cortesia per bambini, completa la rosa dei servizi di base che una mamma sicuramente apprezzerà perché in questo modo è possibile preservare le abitudini del bebè anche quando è in vacanza.

Questi sono solo alcuni dei consigli che si possono facilmente mettere in pratica per soddisfare le esigenze di una clientela diversificata. Come sempre sta alla capacità e alla versatilità di chi gestisce l’albergo comprendere quali sono i bisogni della propria clientela, ponendo così le basi per un processo di fidelizzazione.






0

La Camera d’Albergo ideale -18-

Inviato da:

Una camera pensata per la clientela business

“Albergo che vai, cliente che trovi”: questa, che sembra una piccola massima, descrive la realtà delle strutture ricettive. In generale, i viaggiatori si possono dividere in due gruppi: cliente business e cliente turistico. Già questi due ambiti possono fornire diversi spunti per offrire un’ospitalità su misura.

Se ospitiamo una clientela di tipo business, la camera non solo dovrà offrire tutti i comfort del caso ed essere silenziosa ma dovrà essere particolarmente curata nella zona di lavoro costituita da sedia, scrivania e punto luce orientabile. La postazione sarà servita da una presa per la connessione a internet (se non è presente la connessione WI-FI) e da una presa di corrente per il pc o altri tipi di device.Fas Italia Vuotatasche

Sulla scrivania i particolari fanno la differenza: per esempio, raccogliere in una cartellina portadocumenti in pelle o in ecopelle alcuni fogli di carta, un block notes e delle penne può essere un modo utile per offrire al cliente la possibilità di prendere appunti.
E’ consigliato che carta, block notes, penne o matite abbiano ben in evidenza il logo e i contatti dell’albergo, così se qualche cliente dovesse portar via una penna, oppure appuntare qualcosa su un foglio di carta, avrebbe come promemoria anche i contatti dell’albergo, facilitando un’eventuale seconda prenotazione.

Altro oggetto che può essere utile da posizionare sulla scrivania è il vuotatasche, che consente all’ospite di depositare gli oggetti più piccoli e di tenerli sempre a Fas Italia mobile frigobarportata di mano.

Non può mancare in camera anche un minibar fornito con snack e bevande, così da avere qualcosa da bere o da gustare mentre si è in camera. Inoltre, è molto diffusa l’abitudine di inserire all’interno della stanza un bollitore con una piccola selezione di tè e bevande solubili. Tuttavia si sa che soprattutto gli ospiti italiani, generalmente, hanno più piacere a consumare un buon caffè espresso: si può inserire nelle camere, oltre al bollitore, anche una macchina per il caffè espresso a cialde o capsule.
Avere la comodità di prendere il caffè in qualsiasi momento inserendo una semplice capsula può rappresentare un valore aggiunto e un’idea originale che sarà gradita dagli amanti della bevanda.






0

La Camera d’Albergo ideale -17-

Inviato da:

Attenzione ai dettagli con i complementi d’arredo

La biancheria e i tendaggi devono rispecchiare perfettamente lo stile dell’arredamento della camera ed è necessario badare bene alla qualità dei tessuti perché tendaggi di scarsa qualità o troppo pesanti potrebbero rendere l’ambiente dozzinale e antiquato. Infine, la biancheria da letto deve ispirare pulizia: a nessun ospite piacerebbe dormire in un letto le cui lenzuola siano ruvide o, peggio ancora, danneggiate (strappate, ombrate o con qualche alone).

Sempre per abbellire lo spazio, se si ha la propria attività in una zona turistica si possono decorare le pareti con stampe e immagini che raccontino la storia del luogo o che ne mostrino le bellezze. Gli imprenditori più attenti potrebbero utilizzare questo artificio anche per pubblicizzare attività interconnesse con l’albergo. Per esempio, se tra i servizi figura l’organizzazione di escursioni, gite e visite guidate, inserire immagini del luogo potrebbe spingere i clienti a chiedere informazioni e, di conseguenza, a scoprire anche ulteriori attività collegate con la struttura ricettiva.

Fas Italia portadocumentiNon può mancare sul tavolo, poi, un portabrochure o cartello informativo dove sono indicate le funzioni della TV o del telefono, oppure ancora orari o servizi offerti dall’albergo e una cartellina porta documenti in cui il cliente possa trovare una serie di informazioni interessanti, come ad esempio numeri utili, pubblicità di eventi che si svolgono durante il soggiorno, il menu del servizio in camera e molto altro ancora.
Il materiale informativo deve essere ben distribuito nella camera in appositi portamessaggi o portacomunicazioni e non in improbabili patchwork che danno una sensazione di disordine e di trascuratezza.

Abbiamo già parlato di quanto sia importante disporre i punti luce all’interno della camera. Oltre alle lampade da tavolo da posizionare sui comodini e sulla postazione di lavoro, non possono mancare lampade a parete e piantane coordinate con tutto l’arredamento. Scegliere soluzioni di design ma che favoriscano il risparmio energetico è la chiave giusta per creare un ambiente caldo, accogliente e che non pesi tuttavia sulla bolletta dei consumi.

In una suite si può pensare di inserire un minibar a parete contenente una bottiglia di champagne e due calici. Potrebbe essere un forte elemento di distinzione, capace di rendere qualsiasi ambiente speciale ed estremamente di classe.

Anche il classico cestino gettacarte si può trasformare in oggetto d’arredo, rivestito con i colori della stanza o in oggetto di distinzione inserendo un cestino per la raccolta differenziata.

In sintesi, i complementi d’arredo sono utili perché:

  • abbelliscono con stile la camera
  • rispondono a diverse esigenze
  • sono un potente mezzo di persuasione e marketing

Possiamo quindi concludere che i complementi d’arredo devono essere scelti con la stessa cura con cui si selezionano i pezzi principali del proprio arredamento.






0

La Camera d’Albergo ideale -16-

Inviato da:

Complementi d’arredo fondamentali: il reggivaligie e lo specchio

Che cosa cerca un cliente quando viaggia? Questa è la domanda a cui bisogna rispondere quando si ha il difficile compito di arredare una camera. Scegliendo attentamente i complementi essenziali è possibile rendere più confortevole e vivibile la camera. Ogni albergatore è libero di scegliere i complementi di arredo che preferisce e che più si adattano alle caratteristiche della struttura ma ci sono alcuni accorgimenti che sono sempre apprezzati dai clienti.

Un esempio è rappresentato dal reggivaligie, che può essere integrato nella mobilia oppure pieghevole per chi ha poco spazio a disposizione. I reggivaligie consentono agli ospiti di poter disfare comodamente il bagaglio e di piegarsi il meno possibile, con conseguenti benefici per la schiena. Inoltre mettere a disposizione un reggivaligie all’ospite ha anche un vantaggio per l’albergatore perché evita che le valigie siano appoggiate sul letto, sporcando o rovinando il copriletto.

Il reggivaligie è un complemento d’arredo che si può facilmente coordinare con i mobili della stanza: esistono, infatti, prodotti realizzati in materiali, finiture e colori differenti. Inoltre scegliere un reggivaligie con sponda o con sopralzo è utile per evitare che il cliente, quando appoggia la sua valigia, sporchi o righi il muro.

Infine, è importante che il reggivaligie sia robusto e ampio, dato il peso sostanzioso dei bagagli che molti ospiti, soprattutto quelli stranieri, si portano dietro.Reggivaligie

Collocare nella camera uno specchio abbastanza grande per permettere all’ospite di guardarsi per intero è un’altra accortezza che farà sicuramente piacere, soprattutto alle signore. Infatti, che si viaggi per affari o per piacere, quale persona resiste alla tentazione di controllare se è tutto a posto con il proprio aspetto? Essere impeccabili quando si esce è un must che non va mai in vacanza! Gli specchi, se collocati in maniera sapiente all’interno dello spazio, fungono proprio come oggetto di arredamento offrendo un tocco elegante e danno la sensazione di uno spazio più ampio.






0

La Camera d’Albergo ideale -15-

Inviato da:

Televisori e Smart TV per la camera d’Albergo

Riguardo le TV, si può scegliere qualsiasi marca e dimensione in base allo spazio e al budget disponibili, non si deve prescindere però da acquistare solo modelli di Televisioni Hotel Mode native. Le televisioni progettate e costruite per il canale Ospitalità, infatti, hanno alcune caratteristiche irrinunciabili:

  • la programmazione semplificata grazie alla clonazione attraverso una chiavetta USB
  • la sicurezza di avere sempre TV come appena programmate utilizzando il blocco dei menù che consentono di cambiare i settaggi di base dell’apparecchio
  • la possibilità di bloccare il volume massimo consentito, in modo che le TV non possano disturbare gli altri ospiti.

Fas Italia tv hotel modeAcquistare TV che non hanno queste caratteristiche vuol dire creare disturbo agli ospiti (dovuto al volume alto della camera contigua) e dare più lavoro al personale che deve continuamente riprogrammare le TV.
Acquistando i normali televisori consumer, cioè quelli per utilizzo casalingo, si rischia a breve di dover riaffrontare l’investimento per le lamentele e il troppo tempo da dedicare alla riprogrammazione poiché, anche se inavvertitamente, l’ospite può cancellare dei canali essenziali giocando con il telecomando.

Se abbiamo un budget più elevato è possibile dotare le camere, o solamentealcune tipologie di camere (come suite, junior suite o superior) di Smart TV ma anche in questo caso apparecchi sempre soltanto Hotel Mode. Le Smart TV possono collegarsi alla rete (wifi o via cavo) come quelle casalinghe ma in più offrono funzioni aggiuntive quali il blocco volume, blocco sintonia, vite antifurto nel telecomando, indicatore di carica telecomando sulla TV, plastiche ignifughe, orologio software. In particolare, consentono di programmare la pagina iniziale e la pagina smart info con tutte le informazioni dell’hotel con una semplice immagine jpeg o addirittura programmando una vera e propria pagina Html in cui proporre contenuti esclusivi.






0

La Camera d’Albergo ideale -14-

Inviato da:

Gli indispensabili: armadio e scrivania

L’armadio deve contenere comodamente gli effetti personali dell’ospite e, all’occorrenza, deve permettere di riporre anche cuscini e coperte aggiuntive. All’interno dell’armadio devono esserci il piano e il bastone appendiabiti, così da poter essere sfruttare pienamente lo spazio; inoltre vi si può posizionare anche la cassaforte.
In base allo spazio a disposizione è possibile scegliere un armadio con porta scorrevole o a battente.

Nella stanza non possono mancare un punto d’appoggio o una scrivania/scrittoio, per permettere all’ospite di scrivere o di utilizzare agevolmente il proprio notebook. La scrivania può essere utilizzata per contenere il frigobar, sia direttamente sotto la scrivania, quindi a vista, oppure in un apposito vano che deve essere ben areato per evitare che il frigobar si surriscaldi consumando più corrente e diminuendo la sua durata e efficacia.

Fas Italia Bollitore elettricoLa scrivania può servire per appoggiare anche il set Bollitore, tanto apprezzato dalla clientela internazionale.
Esistono nuove soluzioni salvaspazio anche per questo prodotto in quanto, essendo un prodotto di relativamente recente dotazione, molte volte non trova lo spazio necessario sulla scrivania.
La soluzione ideale sono dei pratici mobiletti verticali dove trovano alloggio il bollitore, le tazze e il porta bustine. Esiste anche una versione da appendere a parete.

L’eventuale mobile o scrivania può essere utilizzato anche per posizionare una TV: in tal caso, è importante che sia posto di fronte al letto, per consentire all’ospite una visione comoda. Grazie ai nuovi televisori a led è possibile utilizzare dove è necessario per stanze piccole, scrivanie meno profonde o addirittura posizionare la tv direttamente a parete. In questo caso non deve necessariamente essere di fronte al letto: grazie alle staffe a muro orientabili fino a 90°, si aprono nuove opportunità di disposizione degli arredi nella camera.






0
Pagina 1 del 3 123